Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Festival di Venezia 75: Alfonso Cuarón vince con Roma


Il premio consegnato dall’amico e conterraneo Guillermo Del Toro. La Coppa Volpi a Willem Dafoe. Tutti gli uomini di un’edizione straordinaria

di Giuliana Matarrese

Alla fine è successo. Netflix, la piattaforma digitale le cui produzioni sono state bandite da Cannes, ha vinto a Venezia. E l'ha fatto meritatamente, con Roma di Alfonso Cuarón, a cui è andato l'ambito Leone d'Oro di questa 75esima edizione, che da oggi rappresenterà un punto di svolta per l'industria cinemagrafica mondiale, che da oggi deve riconoscere l'esistenza, l'importanza e la qualità delle produzioni del gigante americano.

Un premio, il Leone d'Oro, che Cuarón ha ritirato dalle mani dell'amico e conterraneo Guillermo Del Toro, che l'anno scorso, casualità o segno del destino, era seduto alla sua stessa sedia quando vinse lo stesso premio con The Shape of Water.

Un atto d’amore alle mie donne, al mio paese, a Città del Messico, all’invisibilità

Questo il commento sul palco del regista, che ha firmato un lungometraggio legato al quartiere della sua infanzia, e al gineceo delle sue protagoniste, in una celebrazione romantica del matriarcato nel quale è cresciuto.

A Willem Dafoe è invece andata la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile per il suo Van Gogh in At Eternity's Gate, lungometraggio firmato da Julian Schnabel, per il quale ha dovuto imparare a dipingere, recitando con la benda sull'orecchio. 

Infine, il premio alla Carriera è andato al regista David Cronenberg, cineasta autore di capolavori come Crash, Butterfly, Videodrome e La Mosca, che durante una sua masterclass al Lido ha applaudito l'impegno di Netflix.

Quel che vediamo su Netflix, è vero, raramente viene distribuito sul grande schermo, ma appena disponibile lo è già in centinaia di Paesi, in lingua originale, con la possibilità di vederlo doppiato o sottotitolato e non era mai successo prima, e ancora non succede ai Festival, con gli embarghi. Spero che mi stiano sentendo e mi offrano un lavoro.

Un'edizione senza premi per l'Italia, ma, indubbiamente, hanno vinto i migliori. E tanto basta.