Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Dior Homme, le foto backstage in esclusiva per Icon


Debutto parigino per Kim Jones, nuovo creative designer di Dior Homme. Per ICON, in esclusiva, i details della collezione scattati nel backstage

Per la sua prima collezione nel ruolo di direttore artistico di Dior Homme, Kim Jones ha scelto di interpretare i codici dello stilista fondatore della maison. Un doppio omaggio, al tempo stesso alla personalità di Christian Dior e al sogno della haute couture simboleggiato dalla sua Dior. La collezione instaura  così un dialogo tra i due volti della sua vita.

La sartoria ha influenzato il savoir-faire e la scelta dei materiali, soprattutto attraverso l’utilizzo di una Toile de Jouy scelta per la boutique originale del numero 30 di Avenue Montaigne, decorata da Victor Grandpierre. Questo codice Dior, ispirato all’eredità della maison, è declinato in jacquard o ricami, in materiali in contrasto come tulle o pelle, oltre che piume.

Questo il video in esclusiva della sfilata:

Il nuovo guardaroba maschile si rifà a capi morbidi, dalle spalle arrotondate e dalle linee essenziali. Un collo a sciarpa fa sfoggio di sé sul retro delle camicie per sottolineare la base del collo. Una nuova giacca Dior, battezzata Tailleur Oblique, avvolge la silhouette con una linea diagonale, come un sottile riferimento a uno dei modelli immaginati per la collezione autunno-inverno 1950. Lavorate in cachemire e in mohair estivo, altre giacche richiamano le lane inglesi tanto apprezzate da Christian Dior, sia per il suo guardaroba che per le sue creazioni. Tra tradizione e modernità, Kim Jones mescola abilmente i riferimenti haute couture e sportswear.

Leggi anche: Paris Fashion Week, le novità dalle passerelle.

Omaggio alla passione per i fiori di Monsieur Dior che sbocciano su uno dei servizi in porcellana dello stilista, sono qui rivisitati da disegni contemporanei, quindi lavorati in stampe o ricami. Piume ricamate dall’atelier Lemarié sono ricoperte di vinile che ricorda lo smalto della porcellana fine. Richiamo all’infanzia di Christian Dior, influenzata dai gusti dell’epoca edoardiana, oltre al suo amore per il XVIII secolo, questo universo decorativo ispira la palette della collezione: blu, bianco, rosa chiaro, grigio, altra nuance iconica. Un tocco di giallo dai riflessi dorati richiama la descrizione data da Jean Cocteau del suo amico Dior: “Un genio sottile dei nostri tempi il cui nome magico racchiude ‘Dio’ e ‘oro’”.

Qui la collezione SS19 di Dior Homme, raccontata in un video esclusivo realizzato durante il fitting della sfilata: