Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Monterey Car Week 2018: le auto più belle


Il meglio visto al prestigioso evento americano dedicato al mondo delle quattro ruote

di Andrea Bressa

Fra le manifestazioni internazionali più importanti dedicate al mondo dei motori, la Monterey Car Week è certamente una delle più attese e seguite dagli appassionati. Una kermesse che raccoglie svariati eventi, sfilate, concorsi e aste, con decine e decine di modelli provenienti da tutto il mondo. Vi sono pezzi storici, eleganti, rari, iconici, impegnati in manifestazioni e competizioni prestigiose, come il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, uno dei più longevi e amati. Ma anche modelli capaci di battere record di vendita in aste milionarie e, naturalmente, novità d’alta gamma fra concept, supercar e veicoli extralusso.

Ecco quali sono secondo noi le auto più belle e affascinanti viste alla Monterey Car Week 2018.

Alfa Romeo 8C 2900B Touring Berlinetta

È lei la vincitrice del premio Best of Show al Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in sostanza l’Oscar della auto da collezione. Un modello del 1937 rimesso a nuovo dal proprietario David Sydorick, grazie a un lungo e accuratissimo lavoro di restauro che l’ha riportata all’eleganza e bellezza originarie.

Duesenberg SSJ

Asta milionaria per questo esemplare del 1935 appartenuto in passato alla star di Hollywood Gary Cooper. Si tratta di un esemplare rarissimo: ne furono costruiti solo due, entrambi con sigla SSJ, cioè in allestimento passo corto sovralimentato. La sorella era di un’altra icona del cinema dell’epoca, Clark Gable. Il prezzo di vendita raggiunto all’asta è di 22 milioni di dollari, cifra che la consacra a modello di produzione americana più costoso della storia.

Lamborghini Aventador SVJ

In California ha fatto il suo debutto al pubblico la nuova creatura Lamborghini. La Aventador SVJ aveva già però dimostrato cosa è in grado di fare lo scorso luglio al Nürburgring, stabilendo il record di velocità per auto stradali sul celebre circuito tedesco (con un tempo di 6'44''97). Del resto i dati tecnici sono da hypercar, con un motore V12 da 770 cavalli, in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 2,8 secondi e arrivare a una velocità di punta di oltre 350 km/h. Il design, poi, è tutto da gustare. Verrà costruita in 900 esemplari e sbarcherà sul mercato all'inizio del 2019 a un prezzo base di 349.116 euro.

Bugatti Divo

Grande attesa ha suscitato il nuovo gioiello tecnologico firmato Bugatti, che proprio a Monterey ha avuto il suo battesimo. 5 milioni di euro il prezzo di listino, 1.500 cavalli di potenza sprigionati da un motore W16 da 8 litri (enorme), aerodinamica da fare invidia alle monoposto di Formula 1: tutto in questa auto tende alla primissima categoria. Il nome è un omaggio ad Albert Divo, storico pilota francese per due volte vincitore della Targa Florio a bordo di vetture Bugatti, nel 1928 e nel 1929.

Ferrari 250 GTO Scaglietti

48,4 milioni di dollari è il prezzo pagato da un facoltoso collezionista per aggiudicarsi questo modello del 1962. Un nuovo record per Ferrari 250 GTO, sigla che per gli appassionati sta a indicare la regina indiscussa di tutto il mondo delle auto classiche. È dagli anni Ottanta infatti che le Ferrari 250 GTO fanno notizia per le enormi cifre che riescono a far spendere ai collezionisti: solo poco tempo fa il primato con una transazione da 70 milioni di dollari, per un esemplare del 1963.