Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Luglio in jazz. Cinque appuntamenti


Tra musei, castelli e piscine: il jazz conquista i luoghi più inaspettati

di Valentina Lonati

Non festival rock o di elettronica, ma piccole (e grandi) manifestazioni dedicate al jazz contemporaneo. La selezione dei concerti di luglio attraversa la penisola soffermandosi sui luoghi più suggestivi e inusuali che faranno da teatro alla musica di jazzisti italiani internazionali. Come il Castello Banfi di Montalcino, il museo MAXXI di Roma, le Officine Grandi Riparazioni di Torino o i Bagni Misteriosi di Milano. Il jazz invade i borghi e le città.

Roma Jazz Festival
Con 35 giorni di programmazione, sarà il festival jazz più lungo dell'estate. Roma Jazz Festival torna con una 42esima edizione – dal tema Jazz is now - all'insegna della contaminazione musicale e generazionale. Curata da Mario Ciampà, si è data l'obiettivo di guardare al passato, al presente e al futuro attraverso 170 artisti provenienti da tutto il mondo. Da Pat Metheny a Knower, dagli Snarky Puppy a Randy Weston, da Tony Allen a Cory Henry, Roma Jazz festival offrirà un'ampia panoramica sulla scena jazz italiana e internazionale lanciando un interrogativo: quale sarà il suono del jazz del futuro? Quattro le location che accoglieranno il festival: l'Auditorium Parco della Musica, la Casa del Jazz, il Museo MAXXI e Parterre / Farnesina Social Garden. Roma, dal 1° luglio al 5 agosto.

Crema Jazz Art Festival
Jazz, mostre e proiezioni si intrecceranno in occasione del Crema Jazz Art Festival, la manifestazione a cura dell'associazione musicale Nonsolojazz che quest'anno giunge alla quarta edizione. Un'occasione per scoprire la città attraverso le note di alcuni dei jazzisti più interessanti del momento e per scoprirne i talenti artistici grazie a numerosi eventi collaterali. Ad aprire il festival è la mostra del fotografo Danilo Codazzi La Musica è Una - Sulle tracce di Antonio Stradivari al Centro Sant’Agostino. Si prosegue poi con i concerti serali alla CremArena e in altre location della città, con la Jazz Masterclass del batterista newyorkese Anthony Pinciotti e il docufilm Il Piccolo Violino Magico. Una kermesse intima e raccolta da gustare con lentezza. Crema, dal 10 al 15 luglio.

Jazz & Wine in Montalcino
Da ventun anni, fa incontrare vino e jazz nei luoghi più belli di Montalcino. Nato dalla collaborazione tra l’azienda vinicola Banfi, la famiglia Rubei dell’Alexanderplatz di Roma e il Comune di Montalcino, Jazz & Wine in Montalcino aprirà le porte di alcune sue location spettacolari, come il Castello Banfi e la Fortezza di Montalcino, ai concerti di musica jazz. Il 12 luglio inaugura il festival Dayna Stephens, uno dei compositori più stimati della nuova generazione del jazz. Da non perdere poi il contemporary jazz del gruppo italiano Dirty Six (il 17 luglio) e i leggendari Billy Hart Quartet ft Joshua Redman (il 19 luglio). Il 22 luglio, si chiude con Christian McBrid, vincitore di ben cinque Grammy Awards. Montalcino, dal 12 al 22 luglio.

OGR Jazz Club
Nella cornice postindustrale della Sala Fucine delle Officine Grandi Riparazioni di Torino, una serata completamente dedicata alle sonorità jazz contemporanee: OGR Jazz Club. Tre musicisti internazionali - John De Leo Trio, Yamanaka Female Trio e Diego Borotti NU4tet – si alterneranno sui palchi della Sala dando vita a un mix di atmosfere e suggestioni. Inaugura la serata John di Leo, voce tra le più interessanti del panorama jazz italiano, che insieme al chitarrista Fabrizio Tarroni e a Franco Naddei darà vita a uno spettacolo di contaminazioni elettroniche. A seguirlo sarà Yamanaka Female Trio, l’ensemble guidato dalla pianista giapponese Chihiro Yamanaka, definita dal New York Times “tra le pianiste più importanti e geniali del XXI secolo”, e in ultimo il Diego Borotti NU4tet, che cita la tradizione bebop di Joe Henderson e Sonny Rollins. Torino, Officine Grandi Riparazioni, il 13 luglio.

Concerti Jazz ai Bagni Misteriosi
In piena città, godersi un concerto jazz a bordo piscina. A renderlo possibile sono i Bagni Misteriosi del Teatro Franco Parenti di Milano, che fino a fine luglio allietano le serate estive con una serie di appuntamenti dedicati al jazz. A esibirsi il 12 luglio sarà il duo Tea Leaves, che reinterpreta alcuni classici del passato e del presente fino a formare un ampio repertorio unplugged, mentre il 19 luglio sarà il turno del trio Ossobuco e arancini Trio, che rivisita alcuni pezzi dell'American Song Book. Chiude il calendario di eventi il concerto di BBG Trio, con un repertorio della tradizione jazzistica animato da incursioni latine, swing, blues e nordeuropee. Milano, Bagni Misteriosi, fino al 26 luglio.