Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Ocasio-Cortez, la prima millennial latina al Congresso Usa


Di umili origini, laureata in Economia e Relazioni internazionali, a 28 anni ha vinto le primarie del Partito democratico americano nel XIV Distretto congressuale di New York. Ed è solo all’inizio

di Chiara Degl’Innocenti
alexandria-Ocasio-Cortes

A soli 28 anni, con origini portoricane e una laurea in Economia e Relazioni internazionali, Alexandria Ocasio-Cortez ha vinto le primarie del Partito democratico americano nel XIV Distretto congressuale di New York e si prepara alle elezioni di metà mandato. Lei, una millennial di sinistra, che ha lavorato nella campagna elettorale di Bernie Sanders nel 2016, ha sconfitto Joseph Crowley, storico titolare di quel seggio al Congresso da 19 anni.

“Da donne come me non ci si aspetta che scendano in politica. Non vengo da una famiglia ricca e potente. Mia madre è portoricana, mio padre del sud Bronx. Sono nata in un quartiere in cui la zona in cui vivi determina il tuo destino”, racconta di se stessa. E ancora “Questa è una sfida del popolo contro il denaro. Loro hanno i soldi e noi abbiamo le persone”.

Per vivere e fare esperienza Alexandria non si è risparmiata ed ha lavorato fino a meno di un anno fa come barista in un ristorante messicano a Union Square aiutando con il suo stipendio sua madre.

La passione per la politica, però, non nasce oggi. Le proposte “ultraliberal” della campagna elettorale che l’ha sostenuta sono note, come il rifiuto ai finanziamenti delle lobby e l’appoggio al Medicare-for-all, l’assistenza sanitaria gratuita per tutti. Spunto, quest’ultimo, portato avanti da Sanders durante le primarie presidenziali. Inoltre Alexandria ha puntato, sfruttando a suo favore i social, a temi cari ai ceti medi mostrandosi così al passo con i tempi e vicina alla gente comune dei quartieri del Bronx e del Queens che al 56% sono popolati da persone di colore.

Giovane donna di spirito ha con efficacia giocato con una parte del suo cognome “Ocasio” stravolgendolo in “occasion” e trasformando la parola in uno slogan per ricevere contributi economici per la sua campagna, oltre che un grande sostegno che l'ha portata alla vittoria delle primarie.