Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Weekend a St. Moritz, al via la stagione dello sci


Mini guida per il ponte di Sant’Ambrogio in Engadina. Tra sciate al chiaro di luna, al sorgere del sole e après ski in alta quota

di Annalisa Testa

Ponte lungo in arrivo. Quello dell’Immacolata e di Sant’Ambrogio che (spesso) coincide anche con il taglio del nastro che dà il via alla stagione sciistica. Tra le mete più ambite per evadere dalla metropoli e infilare gli sci ai piedi ecco Sankt Moritz, cuore caldo dell’alta Engadina. Ottantotto piste da sci per un totale di 350 km di neve perfettamente battuta e decine di attività invernali tra cui slitte trainate da cavalli, kitesurf su ghiaccio, sci di fondo e discese rotta di collo sul bob.

Affilate le lamine e allacciato il caschetto, sciatori e snowboarders hanno solo l’imbarazzo della scelta. I più mattinieri salgono al Corviglia già a partire dalle 7.45, al sorgere del sole ci si trova al Piz Nair (3057 m), davanti a un panorama da sogno, per tracciare le prime curve sul White Carpet e inaugurare la giornata sulla pista immacolata. Quando la fame si fa sentire il pit stop gourmand è da Reto Mathis alla Caviar House & Prunier Seafood Bar del Mathis Foods Affairs, il più alto ristorante gourmand d’Europa (2.486 metri). Da assaggiare: pizza al tartufo, antipasto misto di pesce, filetto di cervo su polenta al tartufo e la mini pâtisserie.

Stesso comprensorio, altra faccia della montagna. Per chi vuole provare il brivido di una sciata in notturna da Surlej, in sette minuti di funivia più una seconda cabinovia, si raggiunge la vetta del Corvatsch, la stazione a monte più alta delle Alpi orientali. È qui che ogni venerdi notte, a partire dal 9 di dicembre, ci si diverte sulla pista da sci illuminata più lunga di tutta la Svizzera (4,2 km), aperta dalle sette di sera fino alla una di notte. E tra una discesa e l’altra ci si può rifocillare alla la stazione intermedia al ristorante Murtèl con una fonduta di formaggio, per poi proseguire la nottata all’Hossa Bar, l’hot spot delle piste del Corvatsch, che durante la prima Snow Night della stagione organizza il Kick-off party con DJ Remady & Manu per festeggiare anche il lancio dei Campionati Mondiali di Sci (dal 6 al 19 febbraio). Il biglietto della Snow Night costa 27 CHF.

E per invogliare un po’ il nuovo turista delle nevi c’è il pacchetto Hotel&SkiPass: per chi prenota un minimo di due notti in uno degli htel convenzionati rceve lo skipass a solo 35 CHF al posto di 70 CHF e la possibilità di utilizzare i mezzi di trasporto pubblici di tutta l’alta Engadina. Tra questi c’è il pacchetto per Sant’Ambrogio del Kempinski Grand Hotel des Bains di St. Moritz che inaugura la stagione invernale proponendo un pacchetto niente male per il ponte di S. Ambrogio che comprende due notti in Resort Room, la miglior colazione a buffet della Svizzera, libero accesso all’area wellness Alpine SPA, skipass a 32 euro e late check out. Si trova proprio nel cuore di St. Moritz e a pochi minuti a piedi dal con accesso diretto alle piste a Corviglia. Atmosfera elegante e raffinato relax che offre, tra i vari servizi, anche lo Ski Service che prepara l’attrezzatura anche allo sciatore più pigro (con tanto di scarponi riscaldati).