Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Washington e Georgetown in autunno


Nel quartiere più alla moda di Washington tra i colori autunnali

di Alessandra Mattanza

Washington, notoriamente molto democratica, è in pieno fermento dopo le elezioni. Si contraddistingue per lo spirito liberale, specialmente nel quartiere di Georgetown, quello dove circolano molti studenti dell'esclusiva omonima università, ed è allo stesso tempo il più elegante e alla moda. E’ frequentato da politici, businessmen, imprenditori, come da designer, modelle e tante celebrity. In questo periodo poi la città è bellissima con il cambio delle foglie autunnali che qui è davvero spettacolare, dato che vi sono molti parchi, a partire daii monumenti sul Mall. Per respirare l’atmosfera politica si deve andare al classico The Hay-Adams Hotel, al suo lussuoso ristorante, The Lafayette, per il pranzo, o non bisogna mancare una visita al suo storico bar, Off the Record, dove alle pareti come nei sottobicchieri si vedono caricature di personaggi politici (compresi Obama, Hillary Clinton e il nuovo Presidente Donald Trump). Dal grande spazio sulla terrazza sul tetto, in cui si fanno spesso party ed eventi, si gode invece una vista spettacolare sulla Casa Bianca, dove hanno da poco innalzato l’Albero di Natale.

Il centro della vita notturna di Georgetown per la scena più modaiola ci sono i locali del Four Seasons Hotel. Il ristorante Bourbon Steak è famoso per le sue bistecche, oltre che per un dessert al cioccolato che viene "cucinato“ con il fumo in un'ampolla di cristallo (servita al tavolo), lo Smoked S’Mores. Al bar al momento sono molto richiesti il Mojito Coktail e lo Scotch on the rocks, come classici, mentre il West Indian Limeade, è la bibita analcolica che va di più tra le celebrity che non vogliono alcol. Per qualcosa di "regolare“, è da provate invece il Winsconsin Avenue Jones, a base di Bourbon, menta, lime e altri alcolici bomba. Il ristorante Seasons è il prediletto del quartiere e in città per la Power Breakfast. Il top del momento sono le uova Eggs Benedict con la polpa di granchio. Per la sera, molto popolare è poi l’attiguo ENO Bar: offre vini eccellenti con piatti a base di salumi italiani e una vivacissima atmosfera ogni giorno, mentre al piano terra si trova anche un rinomato club. E’ ideale per fare incontri interessanti.

Il quartiere è noto per i negozi di design. Tra questi, i prediletti dalla scena in questo periodo sono Thos e Moser, specializzato in legno (spedisce anche all’estero) e sedie dal profilo unico. Altro posto che piace molto in cittá è lo spazio di Boffi Georgetown, interessante da visitare perchè è come uno showroom e, oltre al marchio italiano, offre suggestioni tedesche.

Per scoprire nuovi artisti andate invece alla galleria d’arte Guarisco Gallery, che arreda il Four Seasons e addirittura il Ritz-Carlton di Downtown, e che traccia il trend cittadino. Vi sono prediletti ora i ritratti originali ai presidenti e ai Beatles di Craig Alan. Tra i suoi clienti ci sono Bill Clinton, George Bush e il principe Harry.

Per qualcosa dal design spettacolare andate al nuovo The Watergate Hotel, che ha aperto da qualche mese. Si trova alle porte di Georgetown nel centro del famoso scandalo politico e per questo ora, oltre che al suo stile modernissimo, è tornato alla ribalta. Le camere hanno vista su tutto il quartiere oltre che sul fiume Potomac, dove poco distante ci sono campi di pallavolo, attivi perfino sotto il sole d’autunno. Famosi sono il suo bar con bottiglie di alcolici The Next Whisky Bar, il ristorante dal profilo futurista e dalla gastronomia internazionale Kingbird e il bar sul tetto Top of the Gate. La spa è una delle favorite da molti politici, per i suoi massagi, ma anche per la piscina di acqua salata con fontane e con una vasca idromassaggio con luci che cambiano colore secondo i principi della cromoterapia.

Per divertirsi e prendere un drink andate alla pista di pattinaggio presso il Waterfront di Georgetown. Anche se non praticate questo sport, potete prendere un drink in uno dei popolari bar che si trovano nei paraggi.