Questo sito contribuisce alla audience di panorama

7 modi per visitare Melbourne dall’alto


La città dello Stato di Victoria, in Australia, come non l’avete mai vista. A naso all’ingiù

di Chiara Degl’Innocenti

Le strade a scacchiera, il fiume che attraversa la città, una baia verdeggiante che la circonda. È Melbourne, vista dall’alto. Perché non provare a guardarla... con il naso all’ingiù? Dall'alto dello skyline si possono ammirare i differenti stili architettonici dei palazzi, i numerosi teatri e musei dei quartieri più importanti: da South Wharf al rione greco affacciato su Lonsdale Street, dalla zona francese di Collins Street fino a Chinatown superata la quale lo sguardo corre lungo le vie fino Port Phillip Bay con la naturale bellezza dei dintorni. Se bisogna scegliere uno dei punti panoramici si può iniziare dall’Eureka Tower di Melbourne, il grattacielo più alto sotto l’Equatore con gli ultimi piani in vetro placcato oro: da qui si può godere di una vista a 360 gradi sulla città. In una manciata di secondi l’ascensore vola fino all’88esimo piano dove si ha l’impressione di spiare ogni singola strada come sospesi nel vuoto.

Al contrario, ci si può fermare sui ponti del fiume Yarra, tutti diversi per forme e dimensioni. Uno dei più noti, attraversabile anche a piedi è il Webb Bridge, sinuoso serpente di ferro (somiglia a una rete da pesca) che sovrasta la zona portuale di Melbourne ed è considerato un’opera di arte pubblica.

Chi non soffre di vertigini può invece decidere di sorvolare Melbourne e i suoi dintorni da una mongolfiera e ammirare i chilometri di filari di viti che, fuori dalla città, segnano la via fino alla Yarra Valley.

Si può poi provare l’ebbrezza di lanciarsi con il paracadute sorvolando la nota Great Ocean Road, 151 miglia di strada panoramica lungo l’oceano che si snoda tra pareti rocciose, spiagge spazzate dal vento e numerosi parchi. Settanta secondi di volo libero e poi altri 5 minuti a paracadute aperto per raggiungere la Bells Beach, il ritrovo storico dei surfisti australiani a sud di Melbourne. Per i principianti l’Australian Skydive è la scuola di volo che fornisce anche gli istruttori con cui lanciarsi da 15mila piedi d’altezza.

Qualche (discreto) metro più giù c'è la Southern Star Observation Wheel, la ruota panoramica della città. Alta 120 metri è la più larga dell’emisfero sud e la terza al mondo dopo la London Eye e la Singapore Flyer. Dalle sue 21 cabine si gode la vista sui 40 chilometri di area che circondano Melbourne, i Docklands e la baia.

Per chi ama la natura, il parco nazionale più vicino a Melbourne è il Grampians che, tra deserti e altipiani, ospita un terzo di tutte le specie di flora e fauna conosciute nello Stato di Victoria. Ideali per le scalate o il trekking, le montagne presentano ripidi pendii a est e dolci declivi sul versante orientale. Spettacolari le cascate alte fino a 25 metri.

A poco più di un’ora da Melbourne, infine, c’è Phillip Island il luogo ideale per rilassarsi e godere della natura dall’alto. Dalle piattaforme sopraelevate posizionate tra gli eucalipti del Koala Conservation Centre è possibile osservare i marsupiali mentre dormono, mangiano e si muovono tra gli alberi.