Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Oman da visitare


E’ un Paese sicuro e ospitale ricco di bellezze naturali, tra montagne, deserto, oasi, mare e delfini

di Silvia Anna Barrilà

Basta meno di un'ora di volo da Dubai con la compagnia low cost della Emirates, Fly Dubai, per arrivare a Mascate, la capitale dell'Oman, un Paese tutto da scoprire per il quale il turismo italiano si sta interessando sempre di più.

È un Paese accogliente e sicuro, popolato di persone tranquille e ospitali. "In realtà lavoro in polizia", mi spiega la mia guida Kalfan Al Jabri di Lifetime Tours mentre mi accompagna a Wadi Shab, un'oasi all'interno di un canyon sulla strada tra Mascate e Sur che la Redbull ha già utilizzato nel 2012 per la finale del Red Bull Cliff Diving World Series, "ma il Paese è così tranquillo che non c'è molto da fare per la polizia e allora due settimane al mese lavoro come guida turistica".

L'aspetto dell'Oman è molto diverso da quello dei vicini Emirati. Non ci sono grattacieli ma piccole case bianche. "Il sultano investe sì in costruzioni, ma non in edifici giganteschi quanto piuttosto in infrastrutture", continua la guida, "abbiamo autostrade che in altri Paesi del golfo non esistono".

Il sultano Qabus è molto amato dalla popolazione per aver unito il pPaese, per aver connesso un lato e l'altro della nazione e portato l'innovazione senza però cancellare il passato. E tutto ciò senza i soldi dei contribuenti (gli omaniti non pagano le tasse) ma grazie allo sfruttamento delle risorse naturali, gas e petrolio. "Siccome, però, tali risorse non sono infinite, cerchiamo di costruire il nostro Paese potenziando altri settori, come il turismo. Il problema è che appena succede qualcosa in un Paese vicino al nostro, i turisti si spaventano e hanno paura di venire. Ma il mondo arabo non è tutto uguale".

L'Oman è un luogo per gli amanti della natura. Le cose da fare sono tantissime: dalle immersioni nelle isolette di fronte a Mascate, dove è possibile vedere tartarughe e delfini, alle escursioni sui cammelli nel deserto, al trekking in montagna, alle gite nei numerosi "wadi", canyon scavati da torrenti con acque cristalline in cui nuotare tra una piscina naturale e l'altra.

Per muoversi nel Paese è bene noleggiare una 4x4 che costa 15-19 Rial al giorno (35-45 euro). La benzina costa solo 0,100 Rial al litro (25 centesimi). Per dormire, l'ideale è una stanza all'interno di un appartamento vacanze, attrezzato anche per cucinare, per esempio il Behlys, oppure un resort con piscina e diving center è l'Oman Dive Center Resort. Per le donne, non è necessario alcun copricapo ma è consigliato coprire spalle e ginocchia.