Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Viaggio a Shanghai, cosa vedere


Per chi approfitta del Gran Premio della Cina di Formula1 e per chi, semplicemente, vuole visitare la Parigi d’Oriente e divertirsi

di Chiara Degl’Innocenti

La città cinese più ricca, la più popolata, più glamour? È Shanghai che, tra grattacieli avveniristici e antiche tradizioni in giro per la città, si prepara per il Gran Premio della Cina. La Parigi d'Oriente che a partire dagli anni Trenta richiamava spregiudicai uomini d'affari, avventurieri e mercanti, dal 15 al 17 aprile vedrà migliaia di stranieri, turisti e appassionati di motori, "correre" per lo spettacolo della Formula1 che si tiene all’interno del Circuito Internazionale, uno dei percorsi panoramici più spettacolari ispirato dalla cultura cinese e realizzato seguendo la forma del carattere Shang, che significa “superiore”. 

La metropoli verticale Si dice che in Cina ogni cinque giorni sorga un grattacielo e che Shanghai ne possieda 5mila di cui ben 51 tra i più alti del Paese. I più iconici tra i palazzi futuristici del quartiere di Pudong, c’è la Jin Mao Tower, lo Shanghai World Financial Center e la recente Shanghai Tower, costruzioni che si mescolano allo sfavillio delle luci delle terrazze sui tetti degli edifici risalenti all’epoca coloniale che oggi, trasformati in lounge bar alla moda, fanno  osservare con il naso all’ingiù il flusso ipnotizzante dei pedoni.

Dall’afternoon tea allo street food Per un pre-gara legato alla tradizione c'è la Huxinting Tea House (257  Yuyuan Road), uno dei luoghi da non perdere di Shanghai, visitato anche dalla regina Elisabetta II. Risalente al 1855, tra il rosso e il nero delle lacche e gli scomodi divanetti in stile cinese appare come un museo che custodisce antichi servizi e nuove miscele di tè. Se non si ama la bevanda si può visistare il palazzo (ingresso libero). Buono e low cost lo street food a Shanghai è una garanzia h24. Una delle bancarelle più popolari della città è a Xiangyang Nan Lu, corsia 578, dove una nonna locale inizia a friggere i suoi Cong Tu Bing (una specie di pancake) ogni pomeriggio intorno alle 15 fino a tarda sera.

Una serata cool Per chi ha voglia di festeggiare il proprio beniamino faccia un salto al Bar Rouge, uno dei locali sul Bund di tendenza, frequentato da vip, aperto fino alle 3 del mattino. Un cocktail classico da provare? Lo Smokey Negroni da gustare sulla grande terrazza esterna con vista grattacieli. Poco distante da provare per cena, oltre che per ballare, è il M1nt dove i piatti vengono serviti a tempo di musica house, mash-up e funky house. Ma per un'esperienza gourmet multisensoriale c’è, invece, solo un ristorante: il pluripremiato ed esclusivo Ultraviolet il cui risultato è un'avventura di 20 portate dallo psycho taste inimitabile firmate dallo chef Paul Pairet. Per approfondimenti leggi anche "400 dollari per una cena a Shaghai".