Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Vacanza slow a Palm Springs


La città della California è un’oasi glamour nel deserto. Una meta da visitare a gennaio, mese ricco di eventi musicali, cinematografici e molto altro

di Alessandra Mattanza

A Palm Springs, la cittadina-resort, a un paio di ore di macchina da Los Angeles, pare di vivere su un altro pianeta. I ritmi di vita rallentano, mentre ci si perde tra le architetture storiche art déco e in stile mediterraneo, il design dei negozi, la movida dei locali, ristoranti, degli hotel e casinò, e tra i colori spettacolari del deserto, che al tramonto trascolorano il cielo e le nuvole sopra i monti che la circondano, e la sua natura spettacolare. La comunità locale è molto variegata, comprende milionari, tanti artisti, e anche una creativa comunità gay che festeggia diversi eventi durante l’anno.

Gennaio è un mese ricco di eventi. Si comincia la stagione con il Palm Springs International Film Festival e con il suo famoso gala che si svolge i primi giorni dell’anno e continua con moltissimi eventi, tra cui l’Hits Coachella Desert Circuit Horse Shows (fino al 19 marzo), una fiera per gli appassionati di cavalli, il Tour De Palms Springs (dal 21 gennaio), per chi ama la bicicletta, il Palm Springs Women Jazz Festival (il 28-29 gennaio), all’Hard Rock Hotel, la cui piscina è conosciuta per le famose feste con bande rock o dj californiani e peovenienti da tutti gli angoli di mondo. Ogni giovedì (fino a maggio) si svolge poi il VillageFest, a Downtown, con un mercatino di bancarelle di artigiani, prodotti gastronomici e bande che fanno musica dal vivo.

Tra gli hotel, per chi cerca qualcosa di moderno e in stile business, il The Renaissance Hotel ha un ristorante con uno chef che sperimenta piatti contemporanei, ed è prediletto da molti uomini d’affari. Per chi vuole qualcosa di più locale, tipico, in stile mediterraneo, e con aria vintage, meglio optare per una delle villette-bungalow (alcune con cucina) di Villa Rosa Inn. E’ un misto tra un bed and breakfast e una residenza privata, con una piscina di acqua calda, dove la sera si accende il fuoco, spesso con sottofondo di musica anni 50 o 60, mentre il proprietario è sempre disponibile a dare utili consigli per sperimentare il luogo come un locale.

Tra i ristoranti e locali, le star e il mondo del cinema prediligono Lulu, che propone gastronomia californiana contemporanea (ci sono anche pizze sottilissime buonissime, e quindi accenni italiani) e un interno eclettico, con presenza di design moderno e reminiscenze cinematografiche; lo Workshop Kitchen + Bar, con arredi moderni contemporanei, e il Draughtsman, che ha aperto a dicembre 2016 e ha birra buonissima.

Le star hollywoodiane, che apprezzano il clima caldo e secco, e salutare, del deserto, hanno costruito molte residenze nelle zone di Warm Sands, The Mesa e nel quartiere dell’Historic Tennis Club. E negli anni 30 le costruzioni si sono espanse fino all’area The Movie Colony, amata da Bob Hope, Frank Sinatra, Estée Lauder e Bing Crosby.

Altre attrazioni locali sono il Palm Springs Aerial Tramway, che porta su monte con una vista spettacolare, gli Indian Canyons e il magnifico parco Joshua Tree National Park.