Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Trekking: 4 percorsi ispirati ai film


Escursioni a piedi sulle tracce di film e documentari che mostrano i più bei sentieri del mondo, dall’Outback al Wyoming

di Alessandra Mattanza

Il trekking è tornato prepotentemente di moda. Lo dimostrano i diversi film e documentari sull'argomento usciti negli ultimi mesi, con avventure in luoghi dai panorami spettacolari. Ma questo tipo di viaggio può essere anche un modo per ritrovare se stessi, prendersi un momento di pausa, riflettere, oltre che un ottimo metodo per mantenersi in forma. Ecco alcuni suggerimenti di pecorsi mozzafiato che prendono spunto dalle pellicole cinematografiche.

- Sulle tracce di Reese Witherspoon in Wild di Jean Marc-Vallèe. Per immergersi ancor più in questa atmosfera bisogna leggere il libro omonimo della scrittrice (e vera protagonista nella vita reale) Cheryl Strayed (Piemme, marzo 2015, da cui è stato tratto il film e che si sviluppa negli Stati americani attraversati dal sentiero Pacific Crest Trail: Minnesota, California e Oregon. La pellicola è stata invece girata quasi tutta in Oregon, in particolare lungo il sentiero Mirror Lake trailhead, vicino a Government Camp (a circa 100 km da Portland), presso cui si trova il Timberline Lodge.

- L’attrice australiana Mia Wasikowska, nel film Tracks, è la naturalista Robyn Davidson che attraversa con quattro cammelli e un cane per quasi 2.700 km il deserto australiano, nell’avventuroso Outback tra pericoli, serpenti e panorami mozzafiato. Tra le location c’è perfino la magica e spettacolare massiccio Uluru, sacro agli Aborigeni. 

- Irresistibili sono Robert Redford e Nick Nolte in A Walk in the Woods, pellicola ispirata a un romanzo del famoso autore di bestseller di viaggio Bill Bryson. Narra di due simpatici amici di una certa età che decidono di percorrere il sentiero Appalachian Trail, che si sviluppa nei mondi Appalachi (per circa 3.510 km), tra la Georgia, il Maine, la Carolina del Nord, il Tennessee, la Virginia, la Virginia Occidentale, il Maryland, il New Jersey, lo Stato di New York, il Connecticut, il Massachusetts, il Vermont e il New Hampshire. Si spinge sul monte Springer, nella foresta nazionale di Chattahoochee-Oconee, sul monte Katahdin nel Parco statale Baxter fino a Belle Isle nel nord di Terranova, nell'oceano Atlantico. Nel film ne accadranno di “tutti i colori”, tra cui anche un incontro con i tanto temibili orsi… Nella realtà meglio organizzare tutto considerando diverse soste di percorso.

Il divertente documentario The Walking Fool, scritto e diretto da Mark E. Phillips (in uscita alla fine del 2015) racconta di un graphic designer, che non è mai stato un grande sportivo, che decide improvvisamente di prendersi una pausa per attraversare a piedi gli Stati Uniti. Un viaggio avventura alla scoperta di luoghi e fatto dall’incontro di personaggi indimenticabili, oltre che di tante esperienze. Il percorso va da New York a Los Angeles, passando per 19 Stati per un periodo di 9 mesi, per un totale di 6.500 km, tra highway, strade sterrate, sentieri famosi, tra cui il più noto è il KATY trail nel Missouri (390 km lungo il fiume Missouri). Uno degli Stati più difficili da attraversare è stato invece il bellissimo Wyoming, con ogni volta almeno 50 km da percorrere tra le varie cittadine.