Questo sito contribuisce alla audience di panorama

A Sydney, nel quartiere più emergente


Alla scoperta di Woolloomooloo, zona prediletta anche dalla Fashion Week australiana

di Alessandra Mattanza

Il suo nome suona come il muggito di una mucca… E gli australiani, da sempre molto goderecci, ci giocano anche un po’. Wooloomooloo è il quartiere più emergente di Sydney, dove appartamenti supermoderni sono quotati milioni di dollari australiani e sontuosi yatch invadono la baia lungo cui si susseguono locali e ristoranti.

Si può cominciare la visita del quartiere partendo da Soho Galleries, che quest’anno festeggia i 15 anni di attività, la galleria d’arte prediletta anche dall’attore Russell Crowe che è cliente abituale e ha un appartamento poco distante. Qui si scoprono i migliori artisti australiani, contemporanei aborigeni e non, e quelli emergenti più alla moda del momento. Molto spesso hanno esposizioni di arte pubblica lungo i moli di Wooloomooloo oltre che per tutta la città.

“Da qui si può raggiungere a piedi anche il porto di barche e il complesso Wooloomooloo Wharf, che è stato ristrutturato completamente in chiave moderna e di design con arte, architettura futurista e tanto glamour. Una parte è dedicata ad appartamenti di superlusso e design tecnologico, che sono stati acquistati anche da molte celebrity (pare Russell Crowe viva in un attico da 14 miloni di dollari, tra gli altri residenti si dice si siano  Alessandro Del Piero, che è stato nel Sydney FC, e la modella Charlotte Dawson). L’altra parte è aperta al pubblico con spettacoli di luci la sera e installazioni contemporanee o sculture e ospita un hotel, diversi negozi alla moda e stupendi ristoranti” spiega Nigel Messenger, imprenditore d’arte e proprietario di Soho Galleries. E’ disponibile a dare sempre consigli interessanti per visitare la zona, sui locali e bar più “in” del momento.

L’albergo Ovolo Wooloomooloo è il prediletto dalla Fashion Week di Sydney ed è un giocoso insieme di design colorato e spiritoso. La sua Lo Lounge è un concetto di ristorazione 24 ore, che offre sia caffè per colazione, bar con happy hour o per tirare le ore piccole e un ristorante. Tra gli altri locali del momento ci sono l’elegante italiano Otto, l’indiano sofisticato Aki’s Indian Restaurant, il Riley St Garage, con gastronomia australiana moderna e magnifici piatti di ostriche, Churrasco, brasiliano e per buoni cocktail, The Tibury Hotel, un bistro di stile, e The Bamboozle Room Burlesque Comedy Cabaret.

Si raggiungono a piedi, proseguendo sulla passeggiata lungo l’acqua, i giardini botanici Royal Botanic Gardens e la piscina Andrew “Boy” Charlton Pool. Offrono vista spettacolare sulla città.