Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Salina, il giardino delle Eolie


Alla scoperta dell’isola più verde dell’arcipelago eoliano: eventi e appuntamenti da non mancare

di Carla Brazzoli

A Salina si va per scoprire la parte più autentica delle Eolie. Nonostante sia un’ambiita meta turistica, l’isola ha però saputo salvaguardare il proprio patrimonio naturale, conservando pressoché intatto il paesaggio fatto di antichi borghi dei pescatori, spiagge di ciottoli, montagne dalla vegeazione rigogliosa, vigneti, sentieri panoramici mozzafiato. L’isola più verde dell’arcipelago eoliano è stata in grado, negli anni, di mantenere la propria unicità di colori, profumi e sapori, mentre i suoi abitanti hanno voluto e saputo custodire gelosamente le tradizioni e la vocazione contadina.

Il fascino di Salina, giardino delle Eolie, non lascia indifferenti e il modo migliore per apprezzarla è noleggiare un motorino o un’auto e andare alla scoperta degli angoli nascosti. Così come fecero Massimo Troisi o Nanni Moretti che, rimasti affascinati dalla bellezza dell’isola, ne immortalarono alcuni scorci nei loro film (rispettivamente Il postino e Caro Diario).  

Grazie alla sua inclinazione ecosostenibile, Salina attira un turismo attento e rispettoso dell’ambiente e capace di apprezzare i prodotti enogastronomici che rappresentano un’eccellenza. Come i capperi, apprezzati ed esportati in tutto il mondo, e un’uva pregiata dalla quale si ricava la Malvasia.

Un luogo che conserva un forte legame con la terra e,  soprattutto, con i rigogliosi vigneti di malvasia, è Capofaro, il resort della famiglia Tasca d’Almerita. I quali, oltre ad essere i più importanti produttori di vino della zona, hanno voluto creare quest’oasi d’eccellenza edificando, all’interno dell’immensa vigna affacciata sul mare, una ventina di casette in stile eoliano per permettere agli ospiti di vivere un’esperienza unica  a totale contatto con la natura. Da ogni stanza infatti si può guardare il mare e godere del panorama su Stromboli e Panarea.
Sono molti gli eventi organizzati da Capofaro. Il più importante è il Malvasia Day, che il 9 luglio riunisce sulla terrazza del resort tutti i produttori di malvasia delle Eolie (circa una ventina provenienti dalle diverse isole) e chiunque voglia degustare e conoscere la storia e le diverse interpretazioni del vitigno della zona.

Gli altri appuntamenti da non mancare a Capofaro sono: la serie di concerti Space & Sound che si tengono fino alla fine di agosto, con dj sets e concerti al tramonto aperti a tutti, anche a chi non soggiorna nel resort; il Viaggio olfattivo nel cuore della natura il 20 agosto con l’aromatario Meo Fusciuni, “naso”  di origini siciliane che farà conoscere alcune piante medicinali; la Culture and Cooking Experience, dal 24 al 27 settembre, con la scuola di cucina di Fabrizia Lanza; yoga e pilates, a settembre e ottobre, con le insegnanti americane Faith Hunter e Kristin McGee.

MareFestival - Premio Troisi 2016 è un altro dei più attesi appuntamenti a Salina. Dal 20 al 24 luglio proiezioni di lungometraggi, corti e documentari, concerti, fashion party, presentazione di libri animano le piazze dell'isola.  

E ancora, tra gli altri: Salina Festival, dal 26 al 31 luglio, giunto alla decima edizione, ha com tema "La voce delle terra è donna"  declinato attraverso concerti, film, mostre, dj-sets;
la maratona di Santa Marina La Miracolata, il 13 agosto;
la Notte della cultura, il 21 agosto;
la Festa degli Eoliani nel mondo il 4 settembre.

Tappa irrinunciabile per assaggiare le granite più buone dell’isola (e non solo) è il caffè Da Alfredo, nel comune di Lingua (via Marina Garibaldi), dove si mangia anche il miglior pane cunzato della zona.

A Santa Marina invece si deve provare il ristorante Nini Lausta (via Risorgimento 188) per il suoi ottimi piatti di pesce, mentre per sorseggaire cocktails con musica di sottofondo bisogna andare al Portobello Sea Lounge (via Lingomare N.G., 2).

Per ammirare il tramonto più suggestivo all mondo invece si va a Pollara, in via Massimo Troisi (la stradina a lui dedicata che porta alla casa rosa de Il postino): il sole rosso fuoco illumina il faraglione e le vicine isole Alicudi e Filicudi regalando uno spettacolo indimenticabile.