Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Puglia, Polignano e Savelletri insidiano il Salento


Nuovi locali sui bastioni di Monopoli, ristoranti in stile Ibiza sul mare e bagni luxury nobilitano il litorale barese sino a Borgo Egnazia

Questa è l'estate della Costa Barese da Polignano a Savelletri, decisamente più fancy del Salento. Prima era considerato un mare povero. Adesso dal Capitolo in avanti si susseguono stabilimenti balneari allestiti come quelli di Ibiza quali ad esempio La Fonte Beach e Cala Masciola dai lettini e gli altri arredi bianchi, praticamente divanetti sui quali accoccolarsi per guardare lo spettacolo del mare azzurro che mormora tra le calette.

La Pescheria da Vito ha un nome ruspante ma un'ambientazione chic, sembra una zattera di legno ancorata sulla roccia, sempre rinfrescata dal dondolio dei tendaggi. Ai tavoli si incontrano viaggiatori di tutto il mondo che di giorno giocano a golf al San Domenico tra le dune, praticamente in riva all'Adriatico, gustando i panzerotti e i taralli fatti in casa dalla brava cuoca del Country Club, Mimina. Oppure vanno in bicicletta tra i frantoi o ancora prenotano una vecchia Giulia dell'Alfa Romeo per spingersi a Conversano ad ammirare il rosone della sua Cattedrale, un gioiello tra i vicoletti

Per la notte c'è Monopoli con i suoi locali nelle piazzette e sui bastioni come il bar Carlo Quinto dove gli avventori si siedono sul muricciolo prendendo cocktail e spruzzi e in cui la vista spazia all'infinito.

Polignano è sempre una calamita con la sua Cala Porto che pare disegnata tanto è perfetto l'anfiteatro tra le rocce con le casette bianche in equilibrio sul bordo del precipizio. I Due Camini all'interno di Borgo Egnazia con la proposta di minimal cuisine pugliese dello chef Domenico Schingaro costituisce un'esperienza culinaria da provare: usa solo le erbe del suo giardino dei semplici.
Sempre dal borgo creato dalla famiglia Melpignano, protagonista anche della pellicola "Viaggio sola" con Margherita Buy si può compiere un trekking guidato inotrandosi nell'oceano di ulivi che è la Selva di Fasano e spingersi alle rovine della città messapica e romana di Egnazia visitando il museo, gli antichi bastioni del porto.

Arte, storia, cultura, buon cibo, street food a base di ricci, locali alla moda: in questo tratto di costa barese c'è proprio l'imbarazzo della scelta.