Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Perugia, città al cioccolato


Eurochocolate, dal 16 al 25 ottobre, diventa l’occasione per scoprire luoghi nascosti e angoli inaspettati seguendo i percorsi di degustazione

di Rita Bossi

Come ogni anno nel mese di ottobre un'ondata di cioccolata invade Perugia. Delizie e dolcezze, presentati da più di cento firme del dolciario artigianale e industriale italiano e internazionale, attirano a Eurochocolate dal 16 al 25, l'esercito dei golosi che potranno assaporare questa bontà in tutti i gusti e forme.

Tanti gli eventi, gli spettacoli e i percorsi di degustazione e happening che animano il centro storico. Un’occasione unica per gustare il cioccolato e per scoprire gli angoli più belli della città.

Passeggiando per le sue vie, le sue piazze, alzando lo sguardo verso i suoi palazzi e le sue chiese si percepisce il periodo romano, quello medievale e rinascimentale in un mix di antico e moderno. Nel cuore della città vecchia, raggiungibile con le scale mobili della Rocca Paolina (che coniugano mirabilmente la bellezza antica della Rocca e la modernità delle scale) si trova la magnifica piazza IV novembre, salotto elegante dei perugini, che accoglie non soltanto la duecentesca fontana Maggiore, simbolo di bellezza architettonica e di storia, ma anche la cattedrale, il palazzo Comunale con la sala dei Notari che si distingue per l'eleganza raffinata delle decorazioni.

Durante la permanenza a Perugia si può far visita al museo-laboratorio di tessitura a mano Giuditta Brozzetti, dove in un ambiente suggestivo e dalla storia particolare, viene portata avanti la tradizione della tessitura con le tecniche che un tempo venivano custodite gelosamente e tramandate di generazione in generazione.

Un'esperienza da fare è provare la minimetro (di sole 7 fermate) che collega la periferia al centro, passando tra architetture moderne, villette e palazzi immersi nel verde, arrampicandosi silenziosamente sui fianchi dei colli di Perugia ed entrando, sempre in salita, nel suo ventre, fino a sbucare al Pincetto, con superba vista del Subasio e di Assisi, una volta scesi.

D'obbligo la passeggiata al Tempietto, piccola oasi verde nel centro città. Si tratta di una chiesa paleocristiana a forma circolare dedicata a S. Michele Arcangelo. La tradizione vuole che la chiesa sia la più antica di tutta Perugia, e che poggi sui resti di un antico tempio dedicato a Venere o a Vulcano.

Per una pausa-aperitivo, è perfetto il Caffè Kundera. L’ambiente è un po’ vintage con colori caldi e musica anni ’70. Cos’ha di speciale? Stuzzichini e cibo gustosissimi accompagnati da una vasta scelta alla carta di birre, vino e cocktail sapientemente preparati. Se siete cultori del vinile dovete passare da T-Trane, negozio di dischi e wine-bar dove si possono trovare LP, cd di tutti i generi.