Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Non solo Oktoberfest: cosa fare a Monaco di Baviera


I sei appuntamenti da non mancare a ottobre nella città bavarese nota per la festa dedicata alla birra 

di Carla Brazzoli

Dici Monaco di Baviera e pensi Oktoberfest. Un’associazione inevitabile, soprattutto tra il 21 settembre e il 6 ottobre, quando la manifestazione dedicata alla birra invade parte della città con immensi tendoni e orde di turisti: ogni anno quasi 6 milioni provenienti da tutto il mondo (per i quali quest’anno è stata creata un’apposita applicazione per orientarsi tra stand e bancarelle).

Ma Monaco è molto di più: oltre a comparire regolarmente nella top 5 delle città più vivibili del pianeta, è ricca di storia, arte, palazzi reali e parchi immensi, come il Giardino Inglese, uno dei più grandi al mondo e più vasto del Central Park di New York. E offre, anche nei giorni dell’Oktoberfest, una serie di appuntamenti culturali (e non) da non mancare, anche perché molti si concludono tra ottobre e novembre. Quindi, chi si trova nella città bavarese nei prossimi giorni e non intende farsi travolgere dai fiumi di birra, dovrebbe evitare tutta l’area intorno al Theresienwiese, dove vengono allestiti i tendoni della kermesse, e puntare verso Kunstareal, il quartiere dedicato all’arte  e sede delle pinacoteche più importanti di Monaco: Alte Pinakothek, Neue Pinakothek e Pinakothek der Moderne, Museum Brandhorst...

Mostre e installazioni degne di nota si susseguono lungo tutto l’arco dell’anno ma quest’autunno è Andy Warhol a catalizzare l’attenzione. Due le esibizioni che lo vedono protagonista. Con Andy Warhol - Drawings from the 1950s, che il 14 settembre ha inaugurato l’apertura post-ristrutturazione della Pinakothek der Moderne ed è visitabile fino al 17 novembre, si possono ammirare oltre 180 disegni inediti realizzati dall’artista negli anni Cinquanta e provenienti da collezioni private. Reading Andy Warhol invece è la mostra esposta al Museum Brandhorst fino al 12 gennaio 2014 e presenta per la prima volta la sua ininterrotta produzione di illustrazioni per libri, da quando era studente (negli anni Quaranta) fino alla morte nel 1987.

Altro polo d’attrazione e d’interesse è l’Olympiapark, l’immensa zona che ha ospitato i Giochi Olimpici nel 1972 e che colpisce per la modernità delle costruzioni. Una tappa irrinunciabile per gli sportivi: qui si trova il maestoso stadio Allianz Arena, che insieme alla Olympyahalle è spesso sede di concerti e spettacoli a livello internazionale. Da segnare in agenda: Le Cirque du Soleil che fa tappa all’Olympiahalle dal 16 al 20 ottobre con il suo ultimo show, Quidam. 

Ai confini del Parco Olimpico invece si erge il quartier generale della BMW, l’edificio a forma di motore a quattro cilindri che include il museo della casa automobilistica, paradiso per gli appassionati di auto e motori. Qui, oltre alle mostre permanenti sulla storia delle auto, se ne susseguono altre temporanee. Come Strive for perfection (aperta fino a marzo 2014) dedicata alle leggendarie Rolls Royce, dalla Silver Ghost del 1910 agli attuali modelli Phantom e Ghost. O quella incentrata sulle due ruote della casa, A Life Dedicated to Motorcycles, visitabile fino al 3 novembre: un percorso affascinante con l’esposizione delle moto a marchio BMW allestita per festeggiare i 90 anni in questo settore.

Infine, per chi si trova a Monaco di Baviera nel terzo weekend di ottobre, La Lunga notte dei Musei è l’esperienza da non perdere: dalla sera del 19 fino alla mattina del 20 restano aperti al pubblico quasi 90 tra musei, gallerie, chiese. Ma si fanno le ore piccole anche negli hotel, nei locali, nei negozi, ai concerti. Un evento che coinvolge l’intera città e che, per la varietà e qualità dell'offerta, si potrebbe rinominare Lunga notte dei musei, della musica e dello shopping.