Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Nuove mete: Del Mar, tra mare, cavalli, golf


In California, nella contea di San Diego, per scoprire una nuova meta glamour

di Alessandra Mattanza

Per trovare sole tutto l’anno, temperature perfette, con clima secco e ventilato e mai troppo caldo, e anche un po’ di glamour, Del Mar è una meta sempre più “in” nella contea di San Diego, dove le case sulla spiaggia hanno cominciato a costare anche oltre 10 milioni di dollari. Vale la pena andarvi quindi per scoprire nuove tendenze, oltre che tratti di costa magnifica dalla natura spettacolare e per fare vita da spiaggia in pieno inverno.

Del Mar, che in spagnolo significa “sul mare”, è uno dei posti più eleganti del Pacifico. Vi si tengono corse di cavalli, alcune delle più famose al mondo, con perfino negozi in tema nella piccola cittadina, le cui vie sono costellate da eleganti botteghe, caffè e ristoranti, negozi di artigianato e gallerie d’arte. I cavalli si vedono correre al Del Mar Fairgrounds (in estate e in autunno), e le organizzazioni ad esso collegate organizzano sempre eventi, gala di beneficenza e feste interessanti. Questa località è circondata per lo più dal mare, con diverse baie e spiagge, e vanta uno dei climi migliori al mondo, mediterraneo e subtropicale, spingendosi al limite della laguna Los Penasquitos Lagoon. E’ famosa anche perché vi cresce un pino marittimo unico, il Pinus torreyana, che si ammira ovunque lungo la costa, ma in particolare nella valle Soledad Valley o sulle colline presso la spiaggia Torrey Pines State Beach.

Spettacolare è inoltre la spiaggia dei cani “Dog Beach”, dove anche i “quattrozampe” corrono tra le onde o fanno surf col loro padrone. Si trova a nord, nella North Beach Area, tra la 29th Street e il limite di Solana Beach, presso cui si scopre pure una bella costa rocciosa. Del Mar è una meta amata da tanti surfisti, come citano perfino i Beach Boys nella loro canzone Surfin’ U.S.A. del 1963. L’ha scelta per viverci anche Steve Perry, il cantante e leader della rock band Journey. Tra i ristoranti e locali più interessanti ci sono Brigantine Seafood Restaurant, specializzato in piatti di pesce e nel cosiddetto surf’n’turf, a base di mescolanza tra crostacei, tra cui aragosta e gamberi, e carni, il casual Prepkitchen Del Mar, di gastronomia americana e prediletto dai locali anche per un drink, Jake’s Del Mar, con grandi bistecche oltre ottimo pesce e frutti di mare, e En Fuego Cantina & Grill, per cucina messicana.

Un posto magico è il resort Fairmont Grand Del Mar, incastonato in una vallata e un canyon bellissimi, con un famoso campo da golf, di Tom Fazio, e club e architettura mediterranea unica. Si estende tra la natura selvaggia, piscine, giardini, oasi isolate di benessere, locali e ristoranti, quasi come un villaggio o castello. Nella Lobby Lounge, tra camini accesi e una biblioteca si servono ricercati cocktail, tra cui vanno molto al momento il Margarita Blossom, una versione rivisitata della tradizionale bibita, e il Chaturanga, con pure basilico fresco e acqua di cocco. Vengono accompagnati da ostriche della costa occidentale e da tacos a base di aragosta. Da The Club House Grill, presso il campo da golf, lo chef sperimenta gastronomia casual del sud della California, con una vasta scelta di tapas e molto popolare tra i locali è il brunch domenicale. Al Cent’Anni Cafe si gustano spuntini da gourmet, tanti organic. Il rito del tè pomeridiano, con diversi assaggini gastronomici e di alta pasticceria, si svolge invece nella biblioteca, la Library. Al ristorante Addison, dello chef William Bradley del Relais & Chateaux, il lusso trionfa sia nell’arredo di design che nella cucina di alta gastronomia che combina gli ingredienti locali alle influenze francesi contemporanee, accompagnati dai migliori vini al mondo, per una selezione di più di 3.500. Amaya è il ristorante più frequentato, animato da fuochi la sera, e impreziosito da un design in stile mediterraneo colorato e da arte. Offre sapori californiani ispirati da quelli italiani ed è spesso frequentato da uomini d’affari o da gruppi di corporation che vi fanno party di lavoro. Al nightclub Club M si balla fino alle prime ore del mattino al ritmo di famosi dj o di band che suonano musica dal vivo. Per le feste sono molti i pacchetti di offerte: si va dal Rise & Shine Breakfast Package, con colazione e lezioni di fitness e yoga inclusi, alla cena per il giorno del ringraziamento (il 23 novembre) e a quelle della Vigilia e di Natale (all’Addison da $ 275 e all’Amaya da $ 95) e del Capodanno, durante il quale si può partecipare altrimenti solo a una grande festa (da $ 65 con incluso un bicchiere di vino frizzante). Per tutto il periodo autunnale e invernale, ci sono poi offerte per una notte in più gratis quando se ne prenotano due. Il 2 dicembre a The Spa, il brain trainer Jim Cahill insegna il segreto per essere in equilibrio con mente e corpo, dormire in maniera eccellente, dominando i sogni, per avere il massimo successo (“Mindfulness Teaching”, da $ 150, 10-12). Ci sono inoltre diverse offerte che riguardano il golf sia a The Grand Gold Club del resort che al Torrey Pines Golf Course, dove si svolgono campionati mondiali.

Anche The Lodge at Torrey Pines, il resort di spirito e arredo ispirato alla Scozia, che si trova direttamente sull’omonimo campo da golf ci sono molte offerte per questo periodo. Celebra il suo quindicesimo anniversario con un pacchetto VIP da $ 15.000, nelle grandi suite davvero lussuose ed esclusive (che possono ospitare fino a otto persone), compreso di esperienze gastronomiche, di benessere, di sport e di hiking o visite nella zona. L’offerta autunalle “Fall Getaway Package” offre un credito di $ 500 se si prenotano almeno tre notti in una suite. Il ristorante A. R. Valentien organizza serate gastronomiche con chef e sommelier ogni giovedì ($ 125 a persona), oltre che una festa per il giorno del ringraziamento, come il locale più casual The Grill, amato dai golfisti. Oltre che la Vigilia e il Natale (il banchetto parte da $ 60), dal 12 al 20 dicembre A.R. Valentien celebra l’Hanukkah, con un menù tradizionale ebraico per tutto il periodo. Per tutte le feste, inoltre, è stato inserito un Bloody Mary & Bellini Menu, con queste bevande elaborate in maniera creativa. Quali vanno di più ora? Il Mezcal Bloody Mary, con aggiunta di pancetta, lo Spicy Blood Mary, con diversi tipi di peperoni, il Raspberry Bellini, con lamponi.