Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Le notti di Amsterdam, cosa fare a Capodanno e non solo


10 posti dove festeggiare e dormire nella capitale olandese il 31 dicembre e per la Hotelnight di gennaio

di Chiara Degl’Innocenti

Amsterdam, una delle mete più gettonate durante le feste, anche quest'anno si dimostra all'altezza delle aspettative e, oltre al Capodanno in piazza e nei locali, programma negli hotel performance, concerti, cene per gli irriducibili dei party. Anche a metà gennaio.

Allo scoccare della mezzanotte la maggior parte degli eventi ha inizio per le strade e tra i canali della capitale olandese. Uno degli spettacoli pirotecnici più suggestivi è quello sul ponte Magere Brug che regala meravigliosi giochi di luce riflessi sulle acque del fiume Amstel. Oppure da non perdere i botti al Loveland New Year con la festa nel Mediahaven.

Mentre al Reaktor si balla la techno dalle 22 fino alle prime ore del mattino nella famosa Warehouse Elementenstraat cittadina, chi ama il burlesche festeggia con stile gustando ottimi piatti e spettacoli dal vivo al Club 8 con cena di quattro portate accompagnata da uno spettacolo sensuale e fuochi d’artificio.

Non poteva che essere un party dedicato agli anni Ottanta quello Studio 80 che, fino alle prime luci dell'alba, festeggia il 2016 all’insegna del ritmo e del divertimento. 

Il glamour Club Abe per l’occasione offre spettacoli di ballo e musica. Da prenotare un tavolo VIP con vodka e champagne a gogo per un brindisi con i fiocchi.

Per chi invece decide di trascorrere un weekend ad Amsterdam nel 2016 appena iniziato, da segnare in agenda è la Hotelnight, 16 e 17 gennaio, l'appuntamento che coinvolge migliaia di persone nei 40 hotel cittadini più particolari. Qualche esempio? Nel cuore della città si trova l'Hotel The Exchange, un fashion hotel che mixa il design di una struttura con quello delle camere letteralmente "rivestite" da giovani stilisti del Fashion Institute di Amsterdam. Qua, a gennaio si propongono degustazioni di Gin & Tonic con DJ nel caffè alla moda del primo piano.

Il Lloyd Hotel & Cultural Embassy di Amsterdam è il primo hotel di design nel mondo che va da 1 a 5 stelle. Creato come una casa per viaggiatori è situato in un edificio storico divenuto un'icona del design locale. Più di 50 designer e artisti hanno infatti partecipato alla creazione di ogni camera e sala dell'hotel. Con mostre, conferenze ed eventi ogni mese, a gennaio prevede musica dal vivo, arte digitale e un film via l'altro.

Cityhub non è un hotel e non è un ostello. Ogni Hub, o cabina, è gigantesca e dispone di un letto matrimoniale, wifi, illuminazione app-controllata e un sistema di streaming audio personale grazie al quale vengono organizzati Bed-in in pieno stile John Lennon e Yoko Ono. I 50 hub si trovano vicino all'Amsterdam De Hallen, uno dei luoghi più caldi e vitali della città.

Nel centro storico di Amsterdam, si trova un luogo unico nel suo genere. All'Hotel Droog, progettato soltanto per due ospiti, si può venire per un drink, uno spuntino, per i negozi esclusivi, ma anche per le mostre, la moda, per una passeggiata in giardino, una serie di conferenze, o più semplicemente per trascorrere una notte. A gennaio, concorso di calcetto, cocktail e birre locali accendono le serate della Hotelnight.

Al centro del quartiere alla moda di NDSM Docklands si trova ormeggiato l'Amstel Botel, un albergo galleggiante. Un must è dormire cullati dalle onde del fiume come le grandi navi del passato. Un motivo in più per voler rimanere al Botel? Si può riposare o visistare con una guida uno dei grandi loft rossi a forma di lettera ancorati sul ponte.