Questo sito contribuisce alla audience di panorama

New York, 5 cose nuove da fare in città


Tutte le novità della Grande Mela, dai nuovi edifici da scoprire ai quartieri più alla moda

di Alessandra Mattanza

A New York la famosa Fleet Week, durante la quale la City si riempie di navi e di marinai, e il Memorial Day hanno segnato l’arrivo ufficiale dell’estate. Al tempo stesso ci sono diverse novità per trascorrere un'indimenticabile vacanza nella Grande Mela sulla scia dei nuovi trend.

Wall Street è stata vivacizzata dallo spirito dei social media con il grande gala della consegna dei Webby Awards, gli Oscar di tutti i progetti internet, nel locale e ristorante Cipriani Wall Street. New York, con tantissime nuove aziende del settore e high tech, è stata ufficialmente eletta una capitale del settore. In particolare il Flatiron District, attorno al famoso omonimo grattacielo, ha preso il nome di Silicon Alley, da quando Apple ha aperto qui il suo quartiere generale. I posti da non perdere? Il ristorante messicano Cosme, prediletto dai creativi di eBay, e il bar Dear Irving, con stile eclettico che mescola lampadari a candelabro di cristallo con modernismo.

Tutti parlano di e vanno al nuovo Whitney Museum di Renzo Piano che si trova direttamente sul parco della High Line: è aperto anche la sera e vanta ristoranti e caffè alla moda che si estendono anche alle terrazze panoramiche con vista sul fiume Hudson River e sul Meatpacking District.

Il Path, la nuova spettacolare stazione della metropolitana, dell’architetto Santiago Calatrava che è di recente stata inaugurata al nuovo World Trade Center.

L’isola di Governors Island, raggiungibile in una decina di minuti col ferry, ha diverse iniziative di artisti ed eventi per tutta l’estate, tra cui il Veuve Clicquot Polo Classic, che si svolge il 30 maggio, nella cornice del Liberty State Park.

Gli spettacoli teatrali con le star, tra cui Amanda Seyfried Off-Broadway in The Way We Get By, fino al primo luglio, e Jake Gyllenhaal a luglio, nel musical Little Shop of Horrors, i cui biglietti hanno raggiunto cifre stratosferiche sfiorando anche 2.000 $.