Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Madagascar, l’isola più bella (e meno turistica)


Si chiama Tsarabanjina e si trova a nord-est della più nota Nosy Be. Un paradiso, ideale anche per le vacanze di Pasqua

di Carla Brazzoli

In Madagascar le stagioni sono invertite rispetto alle nostre. Il periodo migliore per visitarlo inizia proprio ad aprile quando è già termina l’estate australe, periodo delle forti piogge (che spesso rendono le strade impraticabili) e dei cicloni. Così, da aprile fino a ottobre il flusso di turisti aumenta notevolmente con un picco di visitatori nei mesi di luglio e agosto. I più si riversano a Nosy Bay, l’isola più conosciuta e gettonata del Madascar, ma per un viaggio davvero esclusivo c’è un’isoletta che merita una vacanza: Tsarabanjina (che nella lingua locale significa “l’isola bella da guardare”), un vero paradiso fatto di spiagge bianchissime, mare cristallino con fondali marini popolatissimi e una natura che è riduttivo definire immacolata e spettacolare. Non bastasse, è raggiungibile con volo diretto dall’Italia (particolare tutt’altro che irrilevante). Meta ideale per Pasqua o per una vacanza nel periodo dei ponti del 25 aprile e 1° maggio.

Love Island, com’è stata soprannominata, si trova al largo delle coste settentrionali del Madagascar, nell’arcipelago delle Mitsio, a nord-est di Nosy Be. L’esclusività del posto è data anche dal fatto che l’unica struttura turistica dell’isola, il Constance Tsarabanjina Resort, ospita un massimo di 54 persone alloggiate in 25 bungalow super-lusso con vista mare. Dove lusso non è sinonimo di formalità, anzi. Qui si vive in costume, T shirt, pareo e con i piedi liberi da calzature che affondano nella sabbia. Inoltre, niente Tv e wi-fi solo al bar e alla reception.

Ma la politica eco-friendly del resort si esprime anche nell’attenzione all’ambiente, con un programma di tutela delle tartarughe marine, e nei confronti delle popolazioni locali: per consentire un’opportunità di gadagni e quindi un miglioramento nella qualità della loro vita, vengono utilizzati alimenti acquistati da pescatori e agricoltori delle isole vicine. Il valore dei piatti realizzati dallo chef del Constance Tsarabanjina è dato infatti dall’alta qualità degli ingredienti utilizzati.

A Tsarabanjina non si sta  solo ad ammirare il paesaggio. Sono numerose infatti le attività che si possono svolgere durante una vacanza in questo paradiso: immersioni e snorkelling nei siti migliori per incontri con tartarughe marine, cernie giganti, pesci di diverse specie e colori, squaletti; crociere al tramonto; whale watching, ovvero l'avvistamento delle balene da agosto a novembre e, novità del 2017, la pesca subacquea. Inoltre, l'isola rappresenta la partenza ideale per molte escursioni in catamarano o in motoscafo.