Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Lucerna più vicina con il nuovo tunnel


Con l’apertura della nuova galleria del San Gottardo, la città si fa più vicina all’Italia. Un’occasione imperdibile per visitare le sue bellezze durante il ponte dell’Immacolata

di Rita Bossi

Ci siamo: dall’11 dicembre Italia e Svizzera saranno più vicine. Sarà infatti inaugurata la galleria di base del San Gottardo (Gotthard-Basistunnel: 57 chilometri, la più lunga del mondo!). I passeggeri viaggeranno più velocemente fra Milano e Lucerna. Ecco allora qualche spunto su cosa vedere e cosa fare. 

La città vecchia di Lucerna è una piccola fiaba. Si fa lambire dalle acque del lago dei Quattro Cantoni che addolcisce il suo clima e, alle spalle e di fronte, al di là dello specchio d’acqua, è circondata dai monti. Una posizione che già da sola offre un panorama meraviglioso nelle giornate terse. Le case storiche, decorate con affreschi, sono conservate con grande cura. 

La prima cosa da ammirare, arrivati in città, è il Ponte della Cappella, con la sua Torre sull’acqua. Il Kapellbrücke è uno dei due ponti pedonali coperti in legno che attraversa il fiume Reuss, ma è anche porta d'accesso a un centro storico raccolto e suggestivo, ricco di edifici del tardo Rinascimento e circondato da possenti mura medievali. 

Da non lasciarsi scappare il Lucerne Festival, una delle rassegne di musica classica più note a livello mondiale: orchestre e solisti di grido si esibiscono nella sala del Centro Cultura e Congressi (KKL), disegnato da Jean Nouvel. Dal 19 al 27 di novembre grandi maestri del pianoforte si esibiranno nella Konzertsaal, la sala da concerto svizzera con l'acustica migliore, una delle più prestigiose al mondo. 

Non si può tornare a casa senza aver visitato la Rosengart Collection, una delle raccolte di arte moderna più ricche al mondo. Più di duecento le opere, da Klee a Picasso, da Kandinsky a Cézanne. Un'altra chicca per la gioia di grandi e bambini è il Museo Svizzero dei Trasporti che mostra in maniera avvincente tutto ciò che riguarda l'evoluzione dei trasporti e della mobilità su strada e su rotaia, in acqua e in aria. 

Dal 24 novembre al 24 dicembre nella piazza adiacente la chiesa francescana, ma basterà annusare l’aria – che sa di biscotti alla cannella, di punch e di vin brulé – per trovare senza difficoltà il mercatino di Natale. Presso la stazione ferroviaria il Christkindlimarkt, il Mercato del Bambin Gesù, che propone un mix di cibo piccante e di sapori dolci. Per chi è alla caccia di regali originali, il consiglio è quello di fare un salto al Festival “Design Schenken” al Municipio, dove sono in vendita oggetti creati da designer svizzeri.

Sciare a meno di un'ora? Da Lucerna alla pista più vicina c'è davvero poco: e a Rigi Kaltbad vale la pena andare per scoprire la “regina delle montagne” (così chiamano questo minuscolo paese gli svizzeri). In un colpo d'occhio si possono vedere 13 laghi e cime fino a oltre 100 chilometri di distanza: se c'è un panorama da brivido è questo. A 1.800 metri si arriva con la cremagliera più antica del mondo (1871), con il treno a vapore da Vitznau o con la funivia da Weggis. Un motivo in più per salire fin quassù? La eco spa - Mineralbad & Spa - di super lusso di Mario Botta, un’isola di quiete a metà strada tra la terra e il paradiso.