Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Londra, anteprima del Natale


La capitale inglese inizia ad accendersi di luci e di colori in vista delle festività e del grande flusso di turisti

di Annalisa Villa

Natale si sta avvicinando. A provarlo il fatto che l’icona per eccellenza dello shopping Europeo, Oxford Street, ha appena acceso le sue Christmas lights.

Londra incomincia ad addobbarsi a festa per non deludere i tanti turisti che ogni anno giungono sotto l’ombra del Big Ben ad ammirare le luci di Natale e le ultime novita’ in fatto di ristoranti, hotel e gallerie.

Kylie Minogue  ha dato il via alle festivita’ lighting up Oxford Street con palle di neve colorate, effetti speciali e cantando in anteprima alcuni pezzi del suo nuovissimo album, che nemmeno a farlo apposta ha come tema principale il Natale.

Anche l’adiancente Regent Street è pronta per essere illuminata con oltre 11.000 luci e addobbi. Video e effetti speciali faranno rivivere ai passeggiatori  la Londra del 1900. A sponsorizzare in parte l’evento Jo Malone che segnera’ l’apertura del suo flagship store londinese in Regent Street.

Dai sensi della vista a quelli del palato, da qui a poco attesissimo per chi si intende di ristoranti l’apertura di Park Chinois, l’ultima impresa di Alan Yau, il genio ideatore di Wagamama e Hakkasan e ora proprietario anche di Princi Londra.

Sempre in fatto di novita’, un po’ bizzarramente a M restaurants sara’ possibile cenare esattamente dove si vuole perche’ e’ possibile da pochissimi giorni prenotare il posto che si desidera in stile aeroplano. Del resto il locale si trova nella city e suoi clienti sono abiutati a viaggiare.

Tantissime le novita’ anche nel campo dell’arte. In queste settimane autunnali, particolarmente rilevanti  per il pubblico italiano, l’apertura a Mayfair del sesto spazio espositivo di Tornabuoni Arte, in uno spazio progettato da Marco Casamonti. La mostra inaugurale, aperta fino al 15 dicembre prossimo,  e’ dedicata a Lucio Fontana, con più di 40 opere iconiche dell’artista.  In seguito sono già in programma una collettiva di maestri italiani degli anni ’50 e ’60, una personale di Alighiero Boetti, la prima mostra a Londra di Luca Pignatelli e personali di Arnaldo Pomodoro e della giovane artista Francesca Pasquali.

Per chi ama invece l’arte contemporanea, le galleria Ncontemporary nella sua nuova sede di Gate Mews, nel cuore di Knightsbridge, fino a dicembre presenta una nuova serie di lavori dell'italiano Patrick Tuttofuoco. Lo scorso mese l'artista ha inaugurato una nuova installazione permanente‎ all'Hangar Bicocca di Milano; Portraits, portraits, portraits, la mostra di Londra, rappresenta il suo ritorno nella capitale britannica dopo quasi cinque anni.

A dua passi dalla Tate Modern, Hilton, ha da pochissmo aperto le porte del suo nuovissimo Hotel Hilton London Bankside in puro stile Urban Living. L’hotel e’ stato disegnato in partneship con Dexter Moran architects e Twenty2Degrees, e ciascuna parte dell’hotel rifflette l’affascinanate storia dell’ambiente circostante con richiami alle turbine della Tate e al legno antico del vicono Globe teather di Shakespeare. Sempre di proprieta’ di Hilton, adiancente all’hotel, ha appena aperto The Distillery, un cool e casual bar, con richieccheggi alle antiche distelleirie che si trovavono sul Tamigi.