Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Indianapolis, per il MotoGP e altri sport


Nota per la 500 miglia e Formula 1, la capitale dell’Indiana attende per il 9 agosto il Gran Premio del Motomondiale. Ecco cosa fare e vedere in città

di Chiara Degl’Innocenti

Quando nel resto del mondo le corse ancora non erano state inventate, a Indianapolis le facevano negli ippodromi sfrecciando a tutta velocità sulla terra, tra nuvole di polvere e grida d’incitamento. Oggi, su quel circuito ormai asfaltato che dal 1911 vede correre la famosa 500 miglia e poi più recentemente la Formula 1, si attende il Gran Premio del Motomondiale che quest’anno si disputa domenica 9 agosto con in testa alla classifica Valentino Rossi, tallonato dal compagno e rivale Jorge Lorenzo e dal pilota italiano della Ducati Andrea Iannone.

Anche se ben lontana dai soliti circuiti turistici, Indianapolis è una delle poche città che sintetizza il sentimento nazionale per la sua grande passione sportiva e per questo merita una visita anche per i suoi musei a tema. Uno per tutti l'Indianapolis Motor Speedway Hall of Fame Museum. Considerato la mecca dei ricordi delle gare di velocità, il museo si trasforma nel punto d'interesse più affollato della città ogni anno soprattutto in occasione delle corse.

Altro luogo gettonatissimo è il Fastimes Indoor Karting Centre che mette alla prova le capacità di guida di chi ha voglia di indossare casco e tuta anche in estate. Questa struttura offre, infatti, la possibilità di cimentarsi nella guida di veicoli che raggiungono anche la velocità di 60 miglia all’ora. Ogni mezzo è dotato di strumentazione digitale che informa sui tempi del giro e permette di gareggiare anche in gruppo.

In città, soltanto l’amore per il basket arriva quasi a superare quello per le corse delle automobili e delle moto. Da non perdere quindi un tour all’interno dell'Hinkle Fieldhouse in cui gli Indiana Pacers dell'NBA giocano le loro partite in casa, come le due squadre professioniste di basket femminile e quella hockey su ghiaccio. Anche se ha una capienza di 14mila posti, quella di Indianapolis spicca per essere una delle strutture sportive al coperto più all'avanguardia nel mondo.