Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Hawaii sportive


Queste isole sono la meta ideale per chi ama le vacanze attive. Da prendere in considerazione per il viaggio di Pasqua

di Alessandra Mattanza

Spiagge di sabbia finissima, lambite da onde azzurre, che si frangono sulla riva in una schiuma bianca e soffice, un mare meraviglioso dove scoprire giocose tartarughe, balene e delfini, foreste lussureggianti ideali per fare hiking e per nuotare nelle acque pure di una cascata. Le isole Hawaii vantano una natura spettacolare, ma sono anche la meta ideale per chi ama gli sport di ogni genere, dal surf a quelli che portano a contatto con gli animali, a quelli più eccentrici ed estremi. Allo stesso modo offrono una vasta scelta di alberghi, con la possibilità di restare nel budget, scegliendo mete amate dai locali e con uno spirito più autentico hawaiano.

Oahu vanta Honolulu, dove si trovano moltissimi ristoranti, bar, gallerie d’arte e negozi. Un buon punto di partenza è l’Hotel Halekulani, al centro di tutta la movida e direttamente sulla bellissima spiaggia. Se amate fare hiking e windsurf potete chiedere di avere il francese Bruno come guida, che lavora con Nohea Adventure, e vive da diversi anni qui. Per scoprire la storia e le tradizioni del passato al palazzo reale Iolani Palace ascolterete diversi racconti interessanti. Se volete imparare il surf e siete alle prime armi, i locali prediligono l’Hans Hedemann Surf School, che si trova direttamente sull’animata spiaggia di Waikiki. I surfistila sera frequentano il ristorante messicano Buho Cocina y Cantina.

Per chi ama l’avventura, si può anche andare a cavallo o scegliere uno dei diversi tour in fuoristrada, al Kualoa Ranch. Ci sono cavalli davvero stupendi, e nella sua verdissima vallata hanno girato anche i film di Jurassic Park e altre grandi produzioni cinematografiche. Si può mangiare all’Aunty Pat’s Cafè e proseguire poi in macchina per ammirare alcuni dei punti più belli dell’isola come la costa est, la baia Kane’ohe Bay, il Makapu’u Point e la spiaggia presso Hanauma Bay.

Se si vuole entrare a stretto contatto con la potenza incontenibile della natura bisogna recarsi alla Big Island, l’isola più selvaggia. Qui la mattina all’alba c’è la possibilità, con il Lava Sunrise Boat Tour, organizzato da Lava Oceans Tours, di andare, tramite una veloce imbarcazione che sfida le onde, ad ammirare la lava che cade nel mare, oltre che tutta la costa lavica creata dal vulcano Kilauea.

Un’altra esperienza unica è raggiungere a piedi la Green Sand Beach, una spiaggia che ha fama di essere di piccolissimi sassi verdi, all’interno dell’Hawaii Volcanoes National Park, caratterizzato da un paesaggio lunare di lava che si interrompe nel blu intenso dell’oceano.

Per soggiornare il nuovo Grand Naniloa offre un ambiente moderno e molto comfortevole, mentre il Royal Kona Resort, a Kona, ha un’atmosfera un po’ vintage che ricorda certi vecchi film americani, con un suggestivo ristorante e bar sul mare e con bellissimi spettacoli di danza hawaiana in un prato, organizzato a ristorante-buffet all’aperto, in cui si fa festa prima del tramonto. Il villaggio Kailua Village vanta diversi negozi e locali, e vale anche la pena raggiungere il Pu’uhonua o Honaunau National Historical Park, un parco storico sul mare con siti sacri hawaiani, dove spesso si scoprono tartarughe sulla spiaggia e locali che si dilettano a praticare qualche gioco, canto o ballo o altra tipica tradizione. Se si vuole avvicinarsi agli artisti e artigiani, al Pineapples Restaurant si trova un caratteristico mercatino dove espongono, e vendono, le loro opere.

Per un incontro ravvicinato con le mante giganti si può andare presso il porto Honokohau Harbor e prendere parte al Manta Ray Snorkeling Tour di Kona Ocean Adventures che porta alla loro scoperta in piena notte. Vengono illuminate con un effetto incredibile.

Chi ama gli sport deve assolutamente passare da Maui, l’isola che vanta un certo glamour tra le sue boutique, dove si possono scoprire anche designer locali e gallerie d’arte alla moda. E lo stupendo villaggio di Paia Paia. Hookipa Beach è invece considerata la capitale del mondo del windsurf e vi si ammirano spesso appassionati che sfidano le onde, come a H.A. Baldwin Beach Park. Specialmente l’inverno e la primavera sono ideali per praticare questa attività, perchè ci sono le onde più alte.

Il Kaanapali Beach Hotel, pur essendo un po’ vintage nelle camere, in vecchio stile di vacanza americano, è considerato il più hawaiano, perché ha un grande rispetto delle tradizioni locali. Si organizzano addirittura lezioni di musica o di danza hula (adatta anche agli uomini), in cui viene dato un nome hawaiano a ogni persona che vi partecipa, con un magico significato che si nasconde dietro il proprio nome originale e che segna il destino. La sera si consiglia di raggiungere il Gerard’s Restaurant per una cena romantica o elegante nell’ambiente storico dell’albergo The Plantation Inn, che ha una certa aria coloniale.

Molte zone della foresta di Maui sono selvagge e fitte, per questo il modo migliore per esplorarle è dall’alto... I tour in elicottero di Maverick Helicopter, „veterani“ del settore in America, atterranno addirittura nel mezzo della foresta, per dare la possibilità di un’“immersione“ totale. Altrimenti in macchina leggendaria è la Road to Hana, sulla Hana Highway, una strada a picco sulla costa e nel mezzo della foresta, a volte interrotta da leggeri corsi d’acqua e cascate, che arriva fino al punto più estremo e isolato dell’isola. Si consiglia di dormire a Hana almeno una o due notti, in modo da esplorare a piedi alcune zone, come le Seven Sacred Pools a Kula, cascate che formano sette „piscine“ di acqua naturale prima di raggiungere l’oceano e vi si può nuotare. Diversi surfisti esperti fanno spesso surf tra le onde della spiaggia rocciosa e che offre panorami mozzafiato.

Fare hiking nel parco dell’Haleakala Vulcano, tra un fantastico e spettacolare paesaggio vulcanico, è un’altra esperienza magica. C’è anche chi si „lancia“ con la bicicletta in discesa per la strada che arriva fino al suo punto più alto... Al tradizionale locale Kula Lodge, con spesso musica dal vivo, si va a cenare o a sorseggiare cocktail prima del tramondo sulla sua terrazza.

Per finire uscite in barca a vela a Maui, al suo Ma’alaea Harbor con Alii Nui Saling, altra "istituzione" locale. Organizza tour con musica e offre un buffet con diverse specialità hawaiane e atmosfera da party, oltre che tour di snorkeling a Turtle Point o in altre baie meravigliose. Sott’acqua avrete incontri ravvicinati con le tartarughe, che vi nuoteranno davanti a tutta velocità... Proprio come quelle del film d’animazione Alla ricerca di Nemo.