Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Halloween tra i castelli per un weekend da paura


Il ponte di Ognissanti a caccia di fantasmi o antiche credenze. Dall’Italia alla Transilvania alla Slovenia

di Carla Brazzoli

C’è chi ama festeggiare Halloween partecipando a feste in maschera tra zucche, dolcetti e scherzetti
Chi invece preferisce approfittare del weekend di Ognissanti per organizzare tour e brevi vacanze “tenebrose”, magari andando a caccia di fantasmi nei castelli più suggestivi. Ce ne sono molti, sia in Italia che in Europa, di interesse architettonico oltre che storico. 

Il più conosciuto si trova in Transilvania, Romania, e ha ispirato lo scrittore irlandese Bram Stoker nella descrizione del castello del conte Dracula. 

In Italia, il Castello di Montebello (Rimini) ospita il fantasma di Guendalina, figlia di un certo Uguccione, feudatario di Montebello nel 1375. La bimba scomparve  nel nevaio della Fortezza e non venne mai più ritrovata. La leggnda narra che probabilmente la bimba, nata albina (per questo ribatezzata zzurrina), venne  eliminata proprio per la sua natura particolare. Da qui nacquero racconti macabri su di lei: si dice che la ragazzina, soprannominata Azzurrina per la sua pelle bianca e i capelli chiarissimi e azzurrati, ancora si aggiri nel castello.

In Germania si trova il Castello di Eltz, edificato nel 1157, con il fantasma della contessa Agnese; in Scozia, nel Castello Fraser, si dice che lo spirito di una giovane principessa assassinata nel sonno vaghi senza pace tra le sue stanze.

In Slovenia, nel Castello Predjama sarebbe il cavaliere Erazem Lueger, ucciso dai suoi servitori, a errare nell'edificio. Sono invece numerosi i fantasmi che infestano il Castello inglese di Chillingham, dove i prigionieri venivano rinchiusi e torturati.