Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Halloween 2014 alle Bermuda


Il mega party più “mostruoso” è nel Triangolo caraibico e muove un esercito di music travellers, per un’avventura musicale indimenticabile

di Carla Brazzoli

Anche per Halloween l’esercito dei music travellers, gli amanti della musica disposti a spostarsi ai quattro angoli del pianeta per seguire i propri artisti preferiti, ha una meta dedicata: il Triangolo delle Bermuda, che nel weekend di Ognissanti (fino al 2 novembre) diventa la location di un mega party con star e deejay di fama internazionale.

A organizzarlo è Bacardi. Con il suo Bacardi Triangle muove un popolo di 1.862 persone, che a bordo dei tre voli charter da Londra, Los Angeles  e New York appositamente organizzati, e degli altri numerosi voli di linea provenienti da 22 città nel mondo, si ritrova a Puerto Rico nel resort El Conquistador, un cinque stelle del Gruppo Waldorf Astoria per godere dei dj set che si susseguiranno nei tre giorni: di Tensnake con la sua musica nu-disco, di PBR Streetgang, Crazy P Soundsystem, AC  Slater, Nadastrom, Sinden, Marc Roberts, Thee Mike B, Jubilee, Bang Gang DJs, Cuban Brothers, Futureboogie, Freddy Be, Monday Social.

Ma l’apice per i 1.862 ospiti arriva nella serata finale, quando verranno portati a Palomino Island, un’isola caraibica privata nel cuore del Triangolo delle Bermuda, per vivere un’esperienza indimenticabile: scatenarsi alla grande festa La Isla animata dalle performance dal vivo della star hip hop Kendrick Lamar, di Ellie Goulding e del dj Calvin Harris, vincitore del  Grammy Award.

Quello dei music travel, il turismo generato dalle manifestazioni legate al mondo musicale, è un fenomeno in grande e veloce espansione e sta contagiando anche l’Italia: un numero crescente di appassionati di musica programma le proprie vacanze in luoghi esotici e/o insoliti proprio dove (sempre più spesso) vengono organizzati questi grandi eventi. Tanto che il governo britannico ha stanziato per i festival musicali 70 milioni di sterline all’anno dal 2013 al 2015, Con il preciso obiettivo d’incentivare il turismo trainato dalla musica.
In Italia è Bacardi ad aver ideato il format: il primo esperimento di questo tipo è stato realizzato la scorso agosto alle Isole Tremiti dove, per tre settimane, si sono susseguiti artisti di fama, scrittori, sportivi e mixologist con performance e attività gratuite. Garantito che Isola Bacardi, questo il nome dell’iniziativa, replicherà la prossima estate. Stay tuned.