Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Downtown, la nuova Washington di Trump


A primavera la città è in festa. E il quartiere di Downtown, con il nuovo City Center, è la zona più interessante

di Alessandra Mattanza

Washington non è mai stato un posto tanto interessante, tra questioni politiche e la nuova Presidenza di Donald Trump. Tutto questo movimento ha provocato una vera rinascita del quartiere di Downtown.

Prima di tutto il quartiere generale di Donald Trump e dei governativi, oltre che la Casa Bianca, è il nuovo Trump International Hotel, che ha una lobby con il ristorante di BLT Prime by David Burke, il famoso chef, dove si possono gustare bistecche favolose, e un bar animato fin dalle prime ore del mattino, al "ritmo" di cocktail, champagne e musica a tutto volume. Vi si svolgono spesso tantissime feste. Nella spa, ideata e a nome di Ivanka Trump, che si può incontrare spesso al ristorante a cena da sola o col marito, si praticano anche massaggi e altri trattamenti antistress, molti personalizzati. Un elemento esclusivo dell'hotel, prediletto da Trump, è la grande suite presidenziale, una vera residenza, con accesso privato direttamente sulla strada e perfino palestra privata interna.

"Downtown è divenuta una delle zone più interessanti, grazie a tutto il nuovo complesso City Center, dove ora si trovano pure appartamenti moderni e supertecnolgici che sono tra i più cari della città. Oltre ad avere boutique stupende come quella di Canali, che è uno degli indirizzi preferiti dagli uomini d’affari e dai politici al momento, ci sono tanti locali, caffè, ristoranti e perfino negozi con prodotti esclusivi e di lusso americani. Il tutto è animato da diverse installazioni artistiche oltre a tavoli, panchine e giardini che hanno contribuito a svilupparla come una piazza. In primavera ed estate vi si organizzano anche concerti e proiezioni di film, come feste ed eventi“, spiega Mickael C. Damelincourt, francese e direttore del Trump International Hotel Washington. Con il suo stile e la sua classe europea, ha contribuito a lanciare questo albergo nella città, nonostante le critiche politiche e a farlo divenire l’indirizzo "in" del momento. "C’é anche una tendenza di tanti americani a trasferirsi a Washington al momento, che è divenuto improvvisamente il posto dove tutto succede... E allo stesso modo ha un tenore di vita più e accessibile di quello di New York ed è in pieno sviluppo“, aggiunge.

Il City Center festeggia pure il National Cherry Blossom Festival, che quest’anno prosegue fino al 17 aprile, con centinaia di lanterne rosa che illuminano la Palmer Alley e fino al 3 aprile ci saranno anche installazioni luminose e feste in tema in diversi locali. Tra i posti da non perdere ci sono: DBGB Kitchen and Bar, Del Frisco’s Double Eagle Steak House, Fig&Olive, con drink a tema Cherry Blossom, il Milk Bar, la pasticceria di moda RareSweets, Molto attesa è invece nel 2019, l’apertura del nuovissimo The Conrad Hotel.