Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Dormire sotto il cielo in technicolor


Ecco 6 luoghi suggestivi per cacciatori di stelle, dove trascorrere notti magiche. In alta montagna, nel bel mezzo del deserto dove l’oscurità predomina

di Rita Bossi

Massi, contrafforti, montagne accidentate, miniere d’oro abbandonate, pianure desertiche con radi alberi dalla strana forma: Il Joshua Tree National Park è il parco più onirico della California, un luogo veramente insolito. La sua grande bellezza si deve alla strabiliante fusione di due diversi ecosistemi di natura desertica, quello del Mojave e quello del Colorado. L'intera Via Lattea “sorge” dai lampi del tramonto. Chi osa il campeggio (non più di 6 tende per campground)  non se ne pente. Perché accontentarsi di 5 stelle quando se ne possono avere milioni?

La gita “una volta nella vita” al Kennedy Space Center (USA), attrazione turistica spaziale più autentica del mondo non è a Houston, Texas, come la famosa frase può suggerire, ma a Cape Canaveral, Florida. Dall'allunaggio della missione Apollo 11 allo Shuttle, gli effetti speciali sono a prova di scettici. 

Immaginate una bolla di plastica totalmente trasparente, appena atterrata in un prato della Provenza (o davanti a un fiume, o sotto la montagna), però arredata di tutto punto, mobili eco-chic compresi, con tanto di telescopio per ammirare la volta celeste. Si chiama Attrap Rêves (acchiappasogni) l'albergo più vicino alla fantascienza, a Allauch in Francia, non lontano da Marsiglia. Ma naturale: a fine stagione si smonta e l'habitat torna completamente intatto. 

L'Elqui Domos, nel Cile settentrionale, è un hotel astronomico perfetto per cosmoamatori, che hanno la possibilità di scegliere se alloggiare in una delle sette cupole geodetiche (domos) con tetto rimovibile, o nelle quattro camere d’osservazione in legno provviste di finestroni panoramici sopra il letto. Ogni alloggio è equipaggiato con un telescopio dove ammirare il cielo. E per godere di un'esperienza a 360 gradi, a due passi dalle stanze è stato costruito un osservatorio bi-cupola (tutto motorizzato) dotato di potenti telescopi Ceslestron, dove gli ospiti potranno sentirsi dei novelli Stephen Hawking. 

Notti magiche con la testa tra le stelle all'Osservatorio Astronomico del Parco del Queyras. L’Osservatorio di Château Renard a Saint-Véran, il comune più alto d’Europa (2.042 metri) all’interno del Parco permette di osservare le costellazioni, passando la notte nell’antico osservatorio, la cui cupola risale all’epoca di Luigi XIV (cena e pernottamento in loco).

Il Red Centre è uno dei luoghi migliori in cui restare incantati dallo spettacolo del cielo notturno australe. Qui, nel cuore dell’Outback a pochi chilometri da Alice Springs si trova l'Earth Sanctuary un centro educativo che propone attività legate all’astronomia, alla cultura e alla salvaguardia dell’ambiente. Attraverso l'Astronomy Tour, gli ospiti, sdraiati in “swag” (saccopelo in slang australiano) saranno guidati da un esperto astronomo nell’esplorazione del cielo individuando costellazioni e stelle visibili solamente down under, come la Croce del Sud.