Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Danzica e le sue sorelle


Tricity, le tre città sul Mar Baltico: Oltre a Danziva, Gdynia e i suoi quattro porti, Sopot con le spiagge e i club di fine 800. Cosa fare, vedere, provare

di Rita Bossi

Danzica, la nobile 
Canali percorsi da piccole barche, casette strette dalla classica forma appuntita, una in fila all'altra e tutte di mattoni rossi. A Danzica, in Polonia la Ulica Dluga - via Reale - percorre da parte a parte il centro storico (si gira a piedi in poche ore) ed è fulcro della vita cittadina. Nella zona pedonale si affacciano locali, bar e caffè alla moda. Da fare: una bella passeggiata lungo la Motlava, sulle cui rive si affaccia la più grande gru medievale in legno conservata in Europa. Aggirarsi fra le bancarelle e i negozietti della via Mariacka, si capisce perché Danzica è la capitale dell’ambra (ancora più evidente visitando il Museo dell’ambra sulla strada Reale). Tappa obbligatoria nella luminosa basilica gotica di Santa Maria, la più grande chiesa in mattoni d’Europa, e poi sosta al ristorante Metamorfoza, grazioso locale con un menù degustazione legato al territorio che reinterpreta i piatti in maniera innovativa. E' indispensabile una visita al Centro europeo Solidarnosc, il modernissimo museo e centro culturale, che sorge nell’area dei Cantieri navali Lenin, luogo simbolo dell’orgoglio polacco da quando nel 1980 vi nacque il movimento sindacale guidato da Lech Walesa. 



Le torri di Gdynia
Fondata negli anni venti costituiva all'epoca la base tecnica del vicino porto appena costruito. Da allora è nota per il suo lungomare, lungo il quale sono ormeggiate navi monumentali cariche di storia come “Blyskawica”, il cacciatorpediniere degli anni 30. Due le torri che svettano sul porto, simbolo della modernità e della voglia di fare degli abitanti. Dista una mezz’ora in treno dalla stazione centrale di Danzica. Da villaggio di pescatori, in meno di un secolo Gdynia è diventata un dinamico centro con circa 250mila abitanti. Gli appassionati del mondo subacqueo, invece, non possono non visitare l'acquario che svela i segreti degli oceani di tutto il mondo.

Il molo di Sopot
E' una stazione balneare di lusso che vanta il molo più lungo d'Europa. Ha spiagge bianchissime e un centro storico molto carino. C'è una comunità di artisti locale nutrita, e giovani universitari festaioli che passano qui il week-end. In centro si può cenare al White House, per una cucina più internazionale, o sperare di incontrare qualche celeb o politico locale da Bulaj  affacciato sulla spiaggia, il più rinomato della zona.