Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Colombia, 5 hotel con piscina a Cartagena


I migliori luxury hotel da provare nella città coloniale nota per il suo passato e la sua atmosfera magica

di Chiara Degl’Innocenti

Cartagena attrae per il ricco passato storico, per la vita notturna e per la bellezza dei sui scorci. Una volta crocevia del commercio degli schiavi, oggi la città si presenta come un miscuglio di quartieri dal cuore spagnolo, africano e indio che la rendono unica al mondo, oltre che Patrimonio dell’Umanità Unesco. Passeggiando per il vecchio barrio ebraico, che al tramonto di accende di luci e vita notturna, per Bocagrande, il quartiere dallo skyline stile Miami Beach, oppure per l'antica Ciudad Amurallada, il centro coloniale circondato da chilometri di mura, si ha un’idea dell’immensa offerta di questa città. E proprio all’interno dei palazzi storici più belli si trovano piccoli gioielli dove soggiornare, fare un bagno in piscina, cenare a lume di candela.

Al Tcherassi lo stile coloniale si armonizza ai tocchi contemporanei di questo hotel che prende il nome dalla proprietaria, la fashion designer Silvia Tcherassi. Qui contrasto è la parola chiave: la semplicità dell’edificio con i suoi mattoni a vista è esaltata dal lusso dei tessuti e delle finiture delle esclusive sette stanze e del ristorante, al momento tra i più in voga.

Il Casablanca B&B (dove le lettere “b” stanno per Belle & Boutique) è uno dei più lussuosi hotel del centro storico della città. L’edificio del 19esimo secolo è stato recentemente ristrutturato anche se l’architettura e l’arredamento riflettono ancora l’essenza di Cartagena, un luogo dall’atmosfera magica. Gli ampi corridoi solitari dell’hotel, le piscine sul terrazzo, la rigogliosa vegetazione tropicale all’interno dei due cortili lo rendono un’oasi di tranquillità.

La Casa del Arzobispado si trova nel centro della città, proprio dietro la cattedrale. Nel palazzo, costruito nel 17esimo secolo ha vissuto Antonio José de Ayos, un eroe delle guerre di indipendenza che si è distinto nella liberazione di Cartagena. Poi, nel 19esimo secolo la casa è passata alla famiglia Maineros diventando un importante centro di commercio, fino a quando nel 2002 è stata trasformata in uno dei più apprezzati boutique hotel della città. Le dieci camere che godono della vista dello skyline di Cartagena, oltre alla piscina e alla jacuzzi, invogliano a restare.

Per chi oltre alla piscina vuole fare un tuffo in mare il boutique hotel El Marques dispone dell’accesso alla spiaggia, attrezzata anche per il beach volley. All’interno dell’edificio seicentesco, anche il ristorante e la cantina con ampia selezione di vini pregiati.

Ex convento del 17esimo secolo, il Sofitel Legend Santa Clara conquista per il suo lo charme architettonico che, nonostante la ristrutturazione, non ha subito grandi variazioni nel tempo. La piscina sul terrazzo con vista mare e al bagno turco lo rendono l’ideale per un soggiorno di completo relax.