Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Bolivia: un viaggio da non perdere


5 motivi per visitare il cuore del Sudamerica, uno dei luoghi più belli al mondo tra le Ande e l’Amazzonia

di Chiara Degl’Innocenti

La Bolivia non si affaccia sul mare ma per i suoi colori, profumi e sapori è considerata uno dei luoghi più belli al mondo. Qui, incastrato tra le Ande e l'Amazzonia, il cuore del Sudamerica regala panorami incredibili che sembrano essere usciti dal tocco geniale di un’artista, mette in mostra tutta la magia di Madre Natura e rende questo Paese la meta ideale per una vacanza alla scoperta di alcune delle meraviglie del mondo. Per 5 motivi.

Il primo è Salar de Uyuni, la più grande distesa salata della Terra che si trova incastonata nell'altopiano andino, a 3650 metri d'altitudine. Come un abbagliante deserto bianco che si estende per oltre 10mila chilometri quadrati, il "cancello del Paradiso" (così soprannominata l’intera area per la sua estrema bellezza) offre lagune, vulcani, geyser e terme intervallati da enormi cactus, alti anche più di 5 metri, che crescono qua e là.

Si dice Potosi e si pensa all’argento. Questa “preziosa” città, che è stata uno dei luoghi principali per l’estrazione dell’argento, vanta ancora oggi un centro ben organizzato dove poter fare ottimi affari in fatto di silver shopping oltre a poter visitare alcune delle miniere più interessanti, tra cui quella di Cerro Rico.

La tappa Santa Cruz de la Sierra, a circa 400 metri sul livello del mare, fa scoprire una città diversa dalla maggior parte dei centri boliviani situate sulle Ande. Fondata nel 1561 verso la prima metà dell’Ottocento ha visto crescere la propria economia grazie alla riforma agraria. Oggi è il centro economico della Bolivia ed è collegata tramite ferrovia all’Argentina e al Brasile oltre che alle maggiori città d’America. Il suo monumento più importante è la Cattedrale ma si segnala una visita anche al giardino botanico a quello zoologico dove gli animali vivono in uno stato di semilibertà.

Altra città da non perdere è Sucre, la capitale storica che conserva il caratteristico clima coloniale e dove il tempo sembra essersi fermato. Dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Unesco è anche sede dell’università e, quindi, molto vivace.

La metropoli più alta del mondo è invece La Paz, la capitale confinante con Perù e Cile che, con i suoi 3640 metri sul livello del mare, propone ai viaggiatori quartieri eleganti che si alternano ai barrios più popolari dove il cielo è sempre limpido e l’aria straordinariamente fine.