Questo sito contribuisce alla audience di panorama

A Firenze per Pitti Uomo 91: dove fare una pausa


Le tappe da non perdere prima e dopo gli eventi più importanti che celebrano la settimana della moda maschile

di Chiara Degl’Innocenti

Semaforo verde per la 91a edizione di Pitti Immagine Uomo, il salone della moda maschile. Chi si trova a Firenze in questi giorni effervescenti, ossia dal 10 al 13 gennaio, necessita di una carica energetica in più per non perdersi cocktail party, inaugurazioni e serate esclusive che animano la città. A partire dalle colazioni, passando per la pausa caffè o una deliziosa cioccolata.

Martedì 10 gennaio
Chi ama infatti vera la cioccolata in tazza (e non solo) a Firenze la può gustare solo da Rivoire, davanti a Palazzo Vecchio, lo storico locale fondato nel 1872 da Enrico Rivoire, cioccolataio della famiglia Reale dei Savoia. Da sorseggiare seduti a uno dei tavolini o al banco immersi in un’atmosfera stile primi del '900, è l'ideale per coloro che vogliono arrivare tonici all'appuntamento del vicino cinema e teatro Odeon (piazza Strozzi), il luogo che ospita infatti questa sera, su invito, la cena di gala e il party di Firenze4Ever, l’evento firmato LuisaViaRoma che prevede la partecipazione di Andrea Bocelli, protagonista di un'asta benefica pro Haiti, e di Kelly Rowland, cantautrice, ballerina e modella americana.

Mercoledì 11 gennaio
In attesa di Morgan e dell'attrice Caterina Murino, ospiti di Cuoio Toscana a Villa Cora, per la presentazione del corto Niente per caso (diretto da Marco della Fonte e interpretato dalla stessa Murino) la giusta pausa in questo periodo pre Carnevale si celebra nel quartiere di Soffiano, lontano dai riflettori della moda. Qui, si trova infatti una delle migliori pasticcerie di Firenze, Giorgio, che sforna ogni giorno superbe schiacciate alla fiorentina, tipico dolce locale accompagnato anche da crema chantilly.

Giovedì 12 gennaio
Da oggi fino a giovedì, da Sotf, lo sneaker store futuristico di via de' Tornabuoni, la musica e l'arte animano una delle vie del centro fiorentino più eleganti ospitando dj set e artisti della scena locale con le opere del collettivo from ghetto to mainstream (progetto Instagram lanciato per Pitti). A pochi passi da Sotf, la piccola e raffinata bottega di una volta, Procacci, sazia i foodie più esigenti. Frequentato ancora dai fiorentini, in questo minuscolo locale si degustano soffici bocconcini al latte spalmati di crema di tartufo e accostati a uno dei vini in mescita. Giusti per uno spuntino salato.

Venerdì 13 gennaio
Per i melomani che invece attendono di assistere, da oggi fino a venerdì al teatro della Pergola, alla versione moderna del Don Giovanni di Mozart (con le scene di Barnaba Fornasetti e i costumi di Romeo Gigli) si consiglia un giro per il centro e uno stop cultural-gourmet al Caffè letterario per eccellenza, Le Giubbe Rosse. Questo bar, noto per le sue frequentazioni (da Palazzeschi e il gruppo dei Futuristi, da Montale e Pratolini) è la tappa giusta per chiudere in bellezza la settimana della moda.