Questo sito contribuisce alla audience di panorama

7 viaggi-avventura immersi nella natura


Esperienze sportive ad alto tasso di adrenalina: rafting sul Fiume Zambesi, parasailing in Messico, tra i coccodrilli in Australia…

di Rita Bossi

Un'infinita distesa di sale, chilometri e chilometri di sabbia arancione, strabilianti immersioni tra gli squali, avventure tra paesaggi innevati capaci di stregare. Ecco 7 emozioni "pericolose" per un pieno di adrenalina

Catturati dalla natura
Il film Mr. Crocodile Dundee è stato ambientato proprio qui, nel Kakadu Park, uno dei parchi naturali più ricchi e più grandi del pianeta, nel nord dell'Australia. Lo si può visitare a bordo di una chiatta risalendo le paludi di Yellow Waters in cui nuotano coccodrilli lunghi sei metri. E' un mosaico vegetale: immensi estuari di mangrovie si alternano a foreste squarciate da cascate. E una muraglia di roccia rossa sconfina in plaghe desertiche cosparse di piante grasse.

Abbagliati dal deserto
La sorprendente distesa bianca di sale del Salar de Uyuni, situata sulle Ande nel sud-ovest della Bolivia, è la salina più grande del mondo con una superficie di 12.000 chilometri quadrati a 3.660 metri sul livello del mare. Uno straniante paesaggio che offre un colpo d'occhio incredibile: una distesa desertica bianchissima e abbagliante al di sotto di un cielo limpidissimo e azzurro. Ci si trova immersi nel silenzio assoluto, paragonabile solo a quello di un paesaggio lunare. Nel centro del salar si erge la Isla Incahuasi, una monolitica formazione vulcanica dalla cui cima è possibile ammirarne l'immensità.

A tu per tu con lo squalo
Se l'incontro con i delfini non è abbastanza emozionante,  allora conviene provare a nuotare con uno squalo bianco alla Dyer Island, all'estremità sud della penisola del Capo, in Sudafrica, a pochi minuti di navigazione dal porto di Gansbaai da cui partono i dive operator della zona. La stagione utile agli avvistamenti si protrae da marzo a novembre inoltrato. Prima di farvi saltare in una gabbia e immergervi in mezzo a un branco affamato, viene sparso in acqua pesce sminuzzato per attirare le creature. Ci vuole un po' perché compaia in superficie una pinna dorsale, ma quando la vedrete il vostro cuore inizierà a battere all'impazzata. E' così vicino che potrete quasi toccarlo, ma non lo farete!

Soli, ai confini del mondo
Gli unici rumori che sentirete sono il delicato crepitio della slitta e il tonfo sordo delle zampe degli animali sulla neve. Scoprire la Lapponia del nord-ovest finlandese a bordo di una slitta trainata dagli husky é un'occasione unica per ammirare la natura incontaminata. Si percorrono piste innevate tra foreste e laghi congelati nel parco nazionale di Pallas-Yllӓs, situato oltre il circolo polare artico. Nuvole di vapore fuoriescono dalle bocche dei cani mentre si muovono a passo ritmato. Sarete solo voi e i cani che vi accompagnano.

In volo sulla baia
Dedicato ai supereroi mancati che hanno voglia di un paio d'ali, il parasailing è stato inventato ad Acapulco, in Messico e non poteva essere altrimenti: è il posto ideale per librarsi in aria, con una spettacolare veduta panoramica sulla città, le colline e le isole al largo della baia. Si parte dalla spiaggia e si atterra sempre lì, e anche se può sembrare pericolosa ed estrema, in realtà è un'attività sicurissima. Fatta eccezione per i cani che vi inseguiranno all'atterraggio.

Rafting sul fiume
La British Canoe Union classifica questo corso d'acqua un V grado: rapide violente, forti pendenze e grandi salti. Una delle rapide si chiama "Oblivion" e si dice che abbia rovesciato più canoe di qualsiasi altra rapida del pianeta. Una volta conquistata, è lecito sentirsi onnipotenti, ma a quel punto dovrete vedervela con "Devil's Toilet Bowl", "Gnashing Jaws of Death" e "Commercial Suicide". Ci vuole un'ottima tecnica per affrontare lo Zambesi, ve ne renderete conto mentre verrete colpiti, inghiottiti e catapultati da queste rapide come una palla da biliardo.

Un tuffo dalla diga
Lo chiamano il "GoldenEye Jump" perché è proprio da questa diga nel Canton Ticino che si è buttato nel vuoto Pierce Brosnan, nei panni di James Bond. Per ripetere quest'impresa, bisogna affrontare il bungee jumping aperto al pubblico più alto del mondo, un salto di 220 metri. Per cimentarsi in un classico tuffo in avanti o in un salto all'indietro. Il tutto dura sette secondi e mezzo, che però sembrano un'eternità. Alla fine si potrà apprezzare il fatto di aver replicato uno dei più spettacolari numeri acrobatici della storia del cinema. Voi sì che sapete cosa farebbe Bond!