Questo sito contribuisce alla audience di panorama

7 design store a Berlino


Tour nella città tedesca, alla scoperta degli indirizzi dove trovare gli oggetti più belli e le produzioni più originali del design internazionale

di Silvia Anna Barrilà

Per gli amanti del design Berlino è il luogo ideale per trovare oggetti selezionati che vanno dai grandi classici del design scandinavo a proposte originali provienienti da luoghi meno scontati. Ecco alcuni indirizzi per chi negli oggetti cerca una storia e un'estetica curata.

Bazar Noir
È l'ultimissima novità tra i design store berlinesi. È stato inaugurato i primi di novembre da Catherine Pfisterer, francese che ha vissuto a Hong Kong e Sydney prima di stabilirsi a Berlino undici anni fa, e dal suo compagno Dennis Pfisterer. Nel negozio la coppia ha raccolto oggetti antichi e contemporanei che raccontanto delle storie e riflettono le proprie origini così come le tradizioni artigianali locali. Anche un apribottiglia diventa una piccola scultura. Il nome viene dall'allestimento del negozio: un black cube con una scala sospesa al centro dell'ambiente.

Andreas Murkudis
Il concept store del greco Andreas Murkudis è, invece, un indirizzo già cult del panorama berlinese. Dopo essere stato qualche anno in un cortile di Mitte, si è trasferito nella vecchia sede del quotidiano Tagesspiegel vicino a Potsdamer Platz, nella zona delle gallerie d'arte contemporanea. Qui si trovano le grandi firme della moda d'avanguardia belga e giapponese ma anche oggetti di giovani designer, porcellane contemporanee e edizioni d'arte.

Silo
Aperto da due madrilene e una colombiana, Silo è il negozio del design spagnolo a Berlino. Si trova a Prenzlauer Berg e prende il nome dal silo del grano perché come il silo raccoglie in sé una vasta gamma di piccoli ma preziosi prodotti. È ispirato dalla qualità, dall'amore per i materiali grezzi, dall'eleganza senza tempo e dalle tradizioni artigiane. Oltre agli oggetti di design si trovano anche selezionati prodotti alimentari a lunga conservazione e vini. L'allestimento è stato realizzato da una delle tre fondatrici del negozio, Julieta Benito, architetto, insieme al compagno designer Dirk Lachmann. 

No Wódka
Dalla Polonia non arriva solo la Vodka. È questo il messaggio che vuole lanciare Aleksandra Kozlowska con il nome del suo negozio che, infatti, presenta la molteplicità del design, della moda e dell'arte polacca. Per esempio si trovano da No Wódka vestiti dalle linee essenziali di giovani stilisti polacchi, riviste di lifestyle da Varsavia, fotografie di artisti emergenti, icone del design contemporaneo. L'allestimento del negozio è opera dello studio Kontent di Varsavia.


Voo store
È stato il primo e rimane il più importante concept store del quartiere di Kreuzberg. Il creative director del negozio è il giovane tirolese Herbert Hofmann che con il suo gusto sportivo ma raffinato scegle per il negozio vestiti e prodotti ricercati e originali soprattutto scandinavi e francesi. All'interno dello store c'è anche una caffetteria e vengono organizzati eventi artistici e concerti. Anche l'arredamento del negozio è molto curato e include, per esempio, scaffali disegnati dall'architetto danese Sigurd Larsen.

Cape Times
Chi pensa che gli oggetti africani siano solo maschere di legno e di perline si sbaglia di grosso, e lo dimostra il Cape Times di Berlino, specializzato in design sudafricano. Include due locali: uno si trova all'interno di un vecchio birrificio di Prenzlauer Berg ed è anche caffetteria con vini sudafricani e caffè proveniente da una torrefazione sudafricana; l'altro è uno showroom fuori Berlino, a nord della città, dove si vendono anche mobili e oggetti di grandi dimensioni.  

Scandinavian Objects
Non può mancare alla selezione un indirizzo per il design scandinavo. A Berlino ce ne sono molti, ma da Scandinavian Objects si trova una selezione estremamente ampia di prodotti di tutti i tipi, dai tessuti di Marimekko alle lampade di Arne Jacobsen e Louis Poulsen ai tavoli di Alvar Aalto. In uno spazio ridotto è possibile compiere un lungo viaggio tra presente e passato del design scandinavo e trovare anche libri e cartine geografiche dei paesi del Nord Europa.