Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Zaini: 7 modelli da uomo per l’estate 2016


Multi-zip adatti alla montagna, con stampe liberty per le città d’arte, a righe navy per il mare: ecco quali zaini scegliere per l’estate

di Giuliana Matarrese

Mare, montagna, città: per quest'estate gli zaini si declinano per tutti i gusti e e necessità d'uso.

Per i più urbani, che passeranno i weekend o le vacanze in qualche città d'arte, la scelta ricadrà sui modelli dalle linee essenziali, controbilanciate da stampe eclettiche. Un esempio? Lo zaino di Coach, pelle e unica tasca sul davanti, declinate su una fantasia astratta, che sembra l'opera di qualche street artist emulo di Banksy. I più classici, che però vogliono usare lo zaino anche per il lavoro, sostituendolo alla classica valigetta, apprezzerano la raffinatezza della pelle martellata del modello di Orciani. I veri dandy, però, opteranno per quello realizzato da Eastpak in collaborazione con House of Hackney, che ha tappezzato l'accessorio con i suoi tessuti dalle stampe liberty.

Per chi invece preferisce il fresco delle alte quote, meglio optare per dimensioni maxi, capaci di inglobare più tasche, e tenute insieme da un sistema di cinghie di compressione e fibbie, come nel modello di Dolce & Gabbana. In tela, gli elementi decorativi sono in pelle e a contrasto. Più contenuto nei volumi, quello di Bally, che però porta la sua passione per le vette sui patchwork applicati sulla pelle, e che fanno riferimento al Cervino. 

Quello di Marni, invece, si compone di diversi elementi, lo zaino principale più un marsupio staccabile, che si fondono insieme per dare vita ad un pezzo in tela con il quale affrontare persino le scalate più impervie.

Infine, chi va al mare e vuole fare a meno della solita sacca e non rinunciare ad un certo piglio urbano anche in vacanza, opta per il modello di Givenchy by Riccardo Tisci: in bianco e nero, con inserti in pelle, ma dalle inconfondibili righe di ispirazione navy.