Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Strolz: cent’anni con i piedi per terra


Nel cuore dell’Austria, si fabbricano scarponi da sci su misura di generazione in generazione

Alla Strolz di Lech, in Austria, ci mettono anche meno di una giornata per fabbricare un paio di scarponi su misura per i propri clienti. Già, perché la famiglia Strolz è dal 1921 che si occupa di questo, da quando Ambros Strolz aprì il suo primo calzaturificio specializzato in ski boots. Allora si usavano quelli in pelle, con le stringhe. Il figlio Martin, non solo ne seguì la orme, ma divenne membro della squadra nazionale di sci austriaca, ovviamente calzando scarponi fatti da lui.

Negli anni 60, l'avvento degli scarponi da sci di plastica segnò una rivoluzione nel settore e Strolz lanciò sul mercato il primo modello che seguiva le nuove scoperte, il Competition. Ora la struttura di Lech, grazie a un team affiatato e di grande competenza, permette di fabbricare un grande numero di ski boots artigianalmente, ma con la cura e la precisione delle nuove tecnologie. Il punto di partenza è scoprire, con il cliente, le sue caratteristiche di sciatore. Poi si passa alle misurazioni e alla fabbricazione di scafo, scarpetta e plantare.

Il prezzo di uno scarpone Strolz parte dai 1000 euro

Torna alla galleria principale