Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Sneakers da uomo: come indossarle in ufficio per l’autunno


Volumi decisi e colori che non lasciano spazio ai dubbi: le sneakers diventano formali e si indossano anche in ufficio

di Giuliana Matarrese

Amate, desiderate, indossate fin quando non sono immettibili: oggi come non mai, le sneakers sono non più un accessorio del guardaroba maschile, ma un vero e proprio feticcio, sublimato in oggetto di culto dalla maggior parte dei designer dei grandi marchi, che le abbinano senza nessun problema ad un look dalle proporzioni sartoriali, adatto per gli eventi formali o anche per l'ufficio. Ecco come sceglierle e abbinarle, per sfoggiarle con naturalezza anche dietro la scrivania.

Leggi anche: Sneakers: le novità di settembre

                   Sneakers: come le abbiamo portate in ufficio lo scorso autunno

SNEAKER

Colori assoluti, che non lasciano spazio a dubbi, volumi decisi e appeal urbano: le sneaker da indossare in ufficio si prendono sul serio. Un esempio sono le Camper, i cui modelli Exclusives sono scattati da Pierre-Ange Carlotti (e sono acquistabili online o negli store di Parigi, Londra e New York). Un obiettivo, quello di Carlotti, divenuto famoso negli scorsi anni, in quanto responsabile di alcuni scatti che documentano la gioventù parigina, tra club e ossessioni. Pelle, total black, o giochi di contrasti con altre cromie primarie, rosso e blu elettrico, il risultato è un modello dal carattere adatto alla città, o persino alla sera fuori. Un concetto ripreso anche da VFTS, acronimo di Voices From the Street, marchio di calzature al suo debutto. Il progetto, del designer Marco Simonetti e dell'imprenditore Ronny Bigioni, prende spunto dalla strada, e dalla sua cultura, per creare dei modelli adatti al contesto urbano e formale, come nella 1ST, pelle, inserti in mesh e suola a contrasto.

PANTALONI

Per contrapposizione all'utilizzo di scarpe, che, fino a qualche anno fa, si ritenevano adatte solo al tempo libero o alla palestra, il resto del look si fa impeccabile. Ad esempio i pantaloni, come quelli di Public School, hanno volumi morbidi e texture dalla mano soffice, mischie di lana e cotone o twill, e prediligono una formale piega centrale. All'incrocio tra necessità lavorative e vezzi eccentrici, alle caviglie ci sono delle zip.

MAGLIONI

Morbidi, avvolgenti, ma rigorosamente a collo alto e realizzati in tessuti preziosi. Il risultato è raffinato, contemporaneo, senza scadere negli eccessi. I colori da prediligere sono quelli neutrali, eleganti per vocazione. Così ad essere perfetto è il modello di Berluti, che mette in riga cashmere e lana. 

GIACCHE

Volumi essenziali, sobrietà nei colori e praticità: le giacche da indossare in ufficio, e da abbinare alle sneaker, sono rigorose ma iper-tecnologiche. La Vincent di Moncler, total black e linee affilate, si costruisce su una tela di lana vergine e cashmere, ma all'interno nasconde un'imbottitura, che rende la giacca reversibile e trasformabile in un'arma efficace contro i primi freddi di stagione. Da indossare con uno zaino in pelle che prende spunto dalla street art, come nel modello di Gucci, le cui scritte guardano ai murales degli anni novanta. Contemporanei, impeccabili, ma con carattere.