Questo sito contribuisce alla audience di panorama

De Niro compie 70 anni: con lui la magnifica classe ’43


Da De Niro a Mike Jagger e Keiyh Richards: settantanni anni e non sentirli

di Eleonora Gionchi

È la classe del ’43, quella dei neo settantenni grintosi che, in barba al tempo che passa, sono sempre sulla cresta dell’onda. Affascinanti, poliedrici e irresistibili, mille storie e avventure alle spalle, una vita fatta di successi, di canzoni cantate e concerti in giro per il mondo, di battute recitate e di ruoli passati alla storia, di abiti creati che hanno cambiato la moda. Sono i "giovani settantenni" di oggi, un piede nel passato e uno ben saldo nel futuro come Mick Jagger che, appena spento le 70 candeline sulla torta, continua a scatenarsi sul palcoscenico facendo un baffo ai giovani cantanti; accanto a lui dal 1962 fa su e giù dal palcoscenico con la sua immancabile chitarra Keith Richards, eclettico personaggio in grado di reggere il confronto con Johnny Depp nei panni di pirata.

E poi lui... ricordate? “Ci faccio un’offerta che non può rifiutare”: una delle battute passate alla storia del cinema ed entrate un po’ nel repertorio quotidiano. Il prossimo 17 agosto Robert De Niro compirà 70 anni di cui la maggior parte trascorsi davanti alla cinepresa, volto di personaggi entrati di diritto nell’immaginario collettivo; ma ci sono anche Joe Pesci, Christopher Walken e Malcolm McDowell.

Non solo musica e cinema però: è il 1981 e a Parigi debutta sulle passerelle di prèt-à-porter Yohji Yamamoto, stilista giapponese che, con la sua moda “post-atomica” dai tagli irregolari, rivoluzionerà lo stile occidentale portando alla ribalta i designer nipponici. E proprio quest’anno, tra una collezione e una collaborazione, Yamamoto compirà 70 anni, assieme all’italiano Dante Ferretti apprezzatissimo scenografo di fama mondiale, vincitore di tre premi Oscar, l’ultimo nel 2012 per Hugo Cabret di Martin Scorsese.

70 anni ma non sentirli minimamente: genio e (per alcuni di loro) sregolatezza, grinta da vendere nonostante il tempo che passa e i segni dell’età sul viso, perennemente sulla cresta dell’onda e a far spettacolo.