Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Gran finale a Venezia: come indossare lo smoking


Le regole da seguire per indossare lo smoking sul red carpet di Venezia. Dalla giacca al papillon, dalla scarpa ai gemelli

di Gaia Passi

Lo smoking è il dress code obbligato sul tappeto rosso della Mostra del Cinema di Venezia, e a tutti gli eventi di gala in cui l’invito precisi “cravatta nera”. Ecco le regole da seguire per indossarlo in modo perfetto.

Regola numero uno: lo smoking è un abito da sera. Da indossare nel pomeriggio solo nel caso in cui l’evento termini in serata, mentre di giorno è del tutto inappropriato. Il nome “smoking” deriva da smoking jacket, perché in passato quest’abito veniva indossato dagli uomini nei fumoir. Il termine americano, tuxedo, ha origine dal Tuxedo Club del New Jersey, dove per la prima volta fece la sua apparizione nel 1886. 

La giacca è il capo più importante: senza code, in panno di lana, di solito è monopetto con un solo bottone, ma è ammessa anche la versione doppiopetto. Il colore classico è il nero, ma si può osare il blu notte. I revers della giacca sono in seta, a lancia o a scialle. I pantaloni, abbinati alla giacca e senza risvolto, si contraddistinguono per la banda laterale in seta.

La camicia da smoking è bianca e può essere liscia o plissettata. Ha polsini doppi da indossare con i gemelli, bottoni di madreperla (o, nella versione più elegante, bottoni gioiello da abbinare ai gemelli). Il collo può avere punte ribattute verso il basso, oppure ad aletta.

Fondamentali, per completare il look, sono il panciotto o la fusciacca e il papillon. Il panciotto, per coprire le bretelle, nella versione più classica. In alternativa la fusciacca, di seta plissettata e abbinata al papillon, è una fascia di tessuto che s’indossa al posto della cintura. Il papillon, per un perfetto look “black tie”, è nero e allacciato in modo tradizionale: da evitare i modelli già annodati. 

Le classiche scarpe da smoking, da indossare con calza nera lunga fino al ginocchio, sono le “pump” di velluto nero o Oxford allacciate di vernice.

Il tocco finale è dato dagli accessori: gemelli, orologio, bretelle, pochette da taschino (rigorosamente bianca) o fiore all’occhiello, per chi vuole  distinguersi.