Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Dal panama al berretto da baseball, i 5 cappelli dell’estate


Il cappello è un accessorio da scegliere con cura: ecco i modelli maschili da non perdere per affrontare il sole estivo con stile.

di Gaia Passi

Il cappello, più di ogni altro accessorio, svela la personalità dell’uomo che l’indossa. Eleganti o casual, classici o eccentrici: ecco i cappelli protagonisti dell’estate per affrontare il solleone con stile.

Il panama – amato da personaggi come Theodore Roosevelt, Napoleone III, Gary Cooper e Humphrey Bogart – è ormai entrato nel mito. Oltre alla classica versione in fibra di palma color avorio ne esistono molti altri modelli, che giocano con i colori e gli intarsi, per dare un tocco originale al più classico dei cappelli. 

Dal panama al berretto da baseball, un altro modello intramontabile che dagli Stati Uniti ha conquistato il mondo. I trend dell’estate 2014 sono i disegni geometrici, le fantasie mimetiche, floreali e animalier: con il cappellino a visiera si può dare libero sfogo alla fantasia.

Chi ha voglia di un tocco retrò, quest’anno, può riscoprire la coppola. Messo da parte il vecchio stereotipo che relega questo copricapo alle campagne del Sud Italia, la coppola viene proposta in nuove versioni e tessuti pregiati, come il lino: perfetta anche in città, da abbinare a un look casual (Brad Pitt docet). 

Dimenticate la bombetta di feltro nero indossata da Charlie Chaplin: questo cappello simbolo dell’Inghilterra ottocentesca si reinventa in versione estiva, in paglia colorata. Elegante senza prendersi troppo sul serio (vedi anche la gallery sullo stile londinese: ispirazione Beatles, dal Chelsea boot al blazer a righe)

Tra tanti copricapi che hanno fatto la storia, c’è spazio anche per il cosiddetto "cappello da pescatore": a righe o quadretti, double-face, impermeabile, è un accessorio ironico e utile da sfoggiare in spiaggia, in barca o sotto un acquazzone estivo. 

Per ogni occasione, per tanti stili diversi, come propone la gallery di Icon.