Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Neve fresca, abbigliamento e accessori da uomo per lo snowboard


Tavole e giacche. Caschi, scarponi e maschere. Ecco tutto quello che serve per la nuova stagione con consigli di stile di Mark McMorris, campione olipionico di snowboard.

di Annalisa Testa

Funzionalità e performance. Sono le parole chiave usate per descrivere le caratteristiche delle nuove attrezzature pensate per i rider che amano esibirsi in snowpark o in discese fuori pista. Giacche, sotto giacche e pantaloni. Importante è che siano impermeabili e che aiutino il corpo a mantenere costante la temperatura. È d’accordo Mark McMorris, rider canadese che si è aggiudicato una medaglia di bronzo alle Olimpiadi e che abbiamo incontrato ai Magazzini Generali in occasione del party per i 20 anni della Custom, la tavola Burton che ha cambiato la storia dello stile in snowboard.


Mi piace cambiare spesso outfit. Ogni nuova sfida. Ho molta scelta ma tra le cose più importanti per me è rimanere asciutto. Non soffro il freddo quindi non mi servono troppi strati. Ma giacca, pantaloni e scarponi devono proteggermi dall’umidità. La giacca è un guscio protettivo che non lascia passare nemmeno una goccia d’acqua. Anche i pantaloni. Tra un’esibizione e l’altra siamo sempre seduti nella neve, è importante che rimangano asciutti


E così le giacche sono costruite per le imprese estreme con tessuti in Gore-Tex 3L come la Burton Hover Jacket, un guscio protettivo ma superleggero che non ostacola i movimenti. Il tessuto 3L completamente nastrato in Gore-Seam che chiude fuori le tempeste più diaboliche ed è alimentato all’interno dal Gore Micro Grid Backed per un'elevata traspirabilità per quando si inizia ad avere fin troppo caldo. I pantaloni hanno tecnologia Thermocool come quelli di Peak Performance con rinforzi sui punti di usura.


Per chi soffre di più il freddo ecco la giacca Summit L2 di The North Face un midlayer in Polartec Thermal Pro, estremamente resistente, con pile caratterizzato da Hardface Technology e dotata di una parte posteriore perfezionata per garantire il calore nell’area e il miglior controllo della sudorazione.


Ai piedi servono comfort e leggerezza. Ride collabora con Michelin per realizzare gli scarponi trident con suola ingegnerizzata ad alte prestazioni offre leggerezza sulla tavola, stabilità e durabilità, ma anche ottima trazione su tutti i tipi di neve, dal powder al ghiaccio. Il sistema di chiusura Tongue Tied Boa permette di fissare la linguetta, assicurare la caviglia e garantire ottima tenuta per il tallone. È abbinato al collaudato sistema di allacciatura Boa Focus per una calzata precisa in ogni condizione. Infine, l’Intuition Dream Liner, realizzato con materiali durevoli di alta qualità garantisce una flessione più morbida del gambetto micro articolato. Anche i boots Burton Ruler aiutano i freestyler nei movimenti e grazie alla tecnologia Thinsulate mantengono il piede asciutto.

Infine la tavola. In occasione del ventesimo anniversario della Custom di Burton nascono tavole da snow con grafiche del passato e design del futuro.

Alla tavola ci si affeziona. La cambio raramente. Il mio consiglio è quello di provarne tante, ma di rimanere fedele a quella con cui ti senti più sicuro