Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Moda uomo d’estate: torna lo stile della beat generation


Camicie dalle stampe vivaci, texture naturali e colori primari nel trend estivo ispirato alla “gioventù bruciata” di Kerouac per un guardaroba anni 50

di Giuliana Matarrese

Nessuno ha mai capito se siamo stati catalizzatori o inventori, o se invece abbiamo semplicemente cavalcato un’onda che c’era già prima di noi. Forse siamo stati tutte le tre cose insieme.

Allen Ginsberg spiegava così, molti anni dopo, quello che era stata negli anni cinquanta la Beat Generation. Lo stile di quei ragazzi fuori dai canoni classici torna di moda oggi e il guardaroba estivo dell'uomo contemporaneo si compone di camicie ariose, zaini in pelle, occhiali tondi e giacche corte. Proprio come li indossava uno dei principali fondatori del movimento che scosse le certezze della placida America nel secondo dopoguerra insieme a Kerouac e Burroughs: Ginsberg, colui che diede origine ad uno dei movimenti culturali più famosi, grazie all’iconico libro La Strada, firmato da Kerouac.

Questi tre uomini e la loro Beat generation hanno influenzato i Beatles, i Rolling Stones e un giovanissimo Bob Dylan, che di Ginsberg divenne molto amico tanto da volerlo in uno dei suoi video più famosi, Subterranean Homesick Blues. Sono stati i precursori della controcultura degli anni settanta, padri putativi del movimento hippie, insieme a quella che venne definita la "gioventù bruciata", da James Dean in poi (guarda anche lo stile dei Beatles).

A renderli affascinanti, icone oltre la propaganda, un guardaroba distintivo, manifesto di un pensiero che rifiutava i classici canoni dello stile dell’epoca, e che ritorna anche per questa stagione estiva: un abbigliamento leggero, pratico per viaggiare e spostarsi attraverso l’Oregon fino a San Francisco, colorato delle cromie della terra, beige, rossi desaturati, grigi dalle striature dorate a ricordare le highway americane lambite dal deserto. I pantaloni dai volumi morbidi, le pinces, e i blazer destrutturati, in consistenze materiche naturali, lino e cotone, sono i capi che fanno da cornice ad uno stile solo apparentemente casual, e lontano dai paradigmi modaioli. Le camicie hanno stampe vivaci, boho-chic, i dettagli sono rivisitati in chiave luxury: le babbucce riportano raffinati disegni geometrici in nuance ad impatto, le espadrillas si trasformano in scarpe da sera, declinate su pelli preziose, mentre gli zaini in spalla propongono pattern floreali su cromie neutre. Intellettuali, attenti, consapevoli, anche in fatto di moda, come nelle nostre proposte.