Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Mocassini: 5 modelli da uomo per l’autunno


Con la classica costruzione a sacchetto, ma con dettagli che rimandano a stringate e derby: come si indossano quest’autunno i mocassini

di Giuliana Matarrese

Al crocevia tra rispetto della tradizione e sperimentazione con altri modelli di calzature maschili: sono queste le linee guida per i mocassini della stagione più fredda. Nel dna della costruzione a sacchetto si innestano così ceppi di stringate e hiking boots, come nel caso del modello di Fratelli Rossetti, perfetto se indossato con un denim dai profili lineari. Il vitello colorato e tamponato a mano, capace di dare alla scarpa un effetto anticato, si poggia su un fondo maxi "carrarmato", leggerissimo a dispetto delle apparenze.

E se Ermenegildo Zegna da prova di sapienza artigianale, con il suo modello dalla classica costruzione a sacchetto, che quindi fonde soletta e tomaia non con la colla, ma con pochissime cuciture, garantendo comunque il confort, tanto da renderlo flessibile, Santoni gli aggiunge delle decorazioni a coda di rondine, segno distintivo di calzature più formali, come le oxford, insieme ad una maxi frangia e alle nappine.

I motivi a coda di rondine conquistano anche Moreschi, che li traduce su una calzatura dal finish lucido, impeccabile, alla quale aggiunge degli inserti con texture a contrasto, tipo il coccodrillo.

Più formale, quasi adatta per la sera, quella di Bally: lucida, total black, si agghinda di un essenziale morsetto, in metallo dorato, un segnale minimale ma riconoscibile di una certa eleganza notturna.