Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Marras per Piquadro


Una capsule di borse in pelle presentata a Milano. Le infinite ripartenze dello stile, da Kafka a Dylan

I sentieri si costruiscono viaggiando, scriveva Franz Kafka. Ed è proprio il viaggio il fil rouges che unisce l'anima hi-tech di Piquadro con il pensiero visionario dello stile di Antonio Marras, che ha dato vita a una capsule di borse in pelle, con stampe check o camouflage, presentate in occasione della fashion week milanese, nelle sale di Palazzo Clerici. "La valigia come simbolo dello spostamento", spiega Antonio Marras davanti a una delle dieci installazioni che conducono il visitatore all'interno di un percorso multisensoriale, fatto di video, suoni, visioni e oggetti che raccontano un mondo evocativo. "Ho scelto dieci icone dei nostri tempi, da Bob Dylan a Kafka, da Alberto Giacometti a Jack Keruoac, per un'avventura on the road da scrivere giorno per giorno" conclude lo stilista, che ha inserito dentro ciascuna borsa un taccuino tascabile per appuntare idee, sogni e ricordi. (v.a.)