Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Le iniziali sulla camicia da uomo: dove si mettono e come sceglierle


Le cifre ricamate sulla camicia sono un dettaglio da non trascurare. Posizione, colore, carattere: ecco tutto ciò che c’è da sapere per scegliere in base al proprio stile

di Gaia Passi

Un tempo, nelle grandi famiglie, la guardarobiera ricamava sulle camicie le iniziali degli uomini di casa per poterle distinguere l’una dall’altra. Oggi le cifre hanno perso la loro funzione, ma si sono trasformate in un dettaglio di stile importante: un vezzo da gentiluomo contemporaneo.

Lo stile del monogramma è soprattutto una questione di gusti: di solito ogni iniziale è seguita da un punto, ma c'è chi le preferisce senza; qualcuno fa ricamare soltanto l'iniziale del nome, altri scelgono ricami più articolati. Ecco cosa bisogna sapere per scegliere le cifre della camicia più adatte al proprio stile.

Il primo nodo da sciogliere riguarda la posizione del monogramma: di solito si ricama sul lato sinistro della camicia, fra il quinto e il sesto bottone, oppure tra il quarto e il quinto (sempre contando dall’alto), a una distanza di 6,5/7 centimetri dall’abbottonatura. Questa posizione riflette l’antico uso “privato” delle iniziali, che non dovrebbero essere visibili sotto la giacca. L’uso moderno ammette il monogramma anche in altre posizioni, per esempio sul colletto, sui polsini o sul taschino: si tratta di una scelta meno classica e più informale. Nel caso della camicia da smoking, le iniziali saranno posizionate a lato della pettorina.

Il carattere delle cifre può essere stampatello maiuscolo (più classico) o corsivo maiuscolo. La scelta, oltre che dai gusti, può dipendere dalle iniziali del nome: alcune lettere risultano infatti più piacevoli, o leggibili, in uno stile piuttosto che nell’altro. Ci sono poi i “nostalgici” che amano i caratteri ombreggiati: in questo caso, l’iniziale viene ricamata in bianco e ripassata, in alcuni punti, con il blu che simula l’ombra.

Importante è anche la scelta dei colori: per la camicia di uso quotidiano, azzurra o a righe, i più diffusi sono il blu Francia o il blu scuro. Chi non ama i contrasti troppo evidenti può optare per un azzurro polvere, o un colore tono su tono. Per la camicia elegante, da cerimonia, meglio orientarsi sui toni del grigio. Se la camicia è sportiva, al contrario, si può dare libero sfogo alla creatività, puntando su colori accesi che mettano in risalto le iniziali. 

Le cifre, di solito, stanno a indicare che la camicia è su misura. Nulla vieta di farle ricamare anche su quelle acquistate in negozio, tuttavia si può tranquillamente farne a meno, senza per questo rinunciare al proprio stile. 

Questa guida di stile è stata realizzata con il contributo di Raffaella Orsini, ricamatrice di professione.

Illustrazione: Ilaria Cheloni