Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Haider Ackermann è il nuovo direttore creativo di Berluti


Lo stilista riempie il posto lasciato da Alessandro Sartori, andato a dirigere Ermenegildo Zegna. Un colpo da maestro per la maison, che nomina il colombiano dallo stile che è divenuto marchio di fabbrica

di Giuliana Matarrese

Il marchio ha reso le cose ufficiali con un comunicato diramato in mattinata: a prendere le redini del reparto creativo di Berluti sarà Haider Ackermann. Una notizia arrivata inaspettata, anche se il posto era stato lasciato libero da Alessandro Sartori, divenuto stilista di Ermenegildo Zegna all'inizio dell'estate.

Una nomina a cinque stelle, quella della maison francese, che va a scardinare gli equilibri della moda, con il creativo colombiano divenuto nome di riferimento di un certo stile eclettico.

Diplomato nel 1994 all'Accademia di Antwerp, che ha sfornato un'intera generazione di designer conosciuti con il nome di Antwerp six ( Dries Van Noten, Ann Demeulemeester, Dirk Bikkermbergs, Walter van Beirendonck, Dirk Van Saene e Marina Yee), Haider è stato spesso definito come il successore ideale di Yves Saint Laurent, maestro verso il quale ha sempre dichiarato profonda stima. Una stima che altri colleghi, anche più noti e titolati, gli hanno sempre ricambiato: Karl Lagerfeld lo vedeva come la scelta ideale per succedergli da Chanel, e nel momento nel quale Dior ruppe con John Galliano, fu uno dei creativi a cui venne proposto di sostituirlo. Proposta che Hackermann rifiutò con gentilezza, nello stesso modo nel quale rifiutò di prendere le redini di Martin Margiela, quando lo stilista omonimo abbandonò il marchio e il mondo della moda.

Si devono a questo le parole cariche d'affetto di Antoine Arnault, Chief Executive Officer di Berluti:

Sono molto felice di dare il benvenuto ad Haider da Berluti, il suo talento e la sua dedizione creativa lo hanno reso la scelta perfetta per questo incarico. Sono certo che la sua visione sarà un'opportunità unica per il marchio.

Una dichiarazione d'affetto pienamente ricambiata, almeno a leggere le prime parole con le quali Hackermann si presenta alla maison nel comunicato ufficiale:

Sono molto onorato di unirmi a Berluti. Questa maison rappresenta la quintessenza del lusso al maschile e iniziare questa nuova avventura mi carica di ispirazione"