Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Guida di stile sul cardigan: quando e come indossarlo


Il cardigan è un capo passepartout del guardaroba maschile: i consigli su come indossarlo, in versione elegante o casual, e dieci modelli per l’autunno inverno 2016.

di Gaia Passi

Il cardigan è uno dei capi più versatili del guardaroba maschile. Indossato sotto un blazer dona un aspetto elegante e classico; in lana grossa, con collo a scialle, completa un look confortevole e casual. In tutti i casi, il maglione aperto è sinonimo di praticità. Sembra che il nome di questo capo sia ispirato al generale James Thomas Brudenell, settimo conte di Cardigan, che nel 1854 partecipò alla guerra di Crimea: secondo la leggenda, nei momenti di relax il conte amava indossare una giacca di lana bordata di pelliccia.

Il cardigan può avere moltissime varianti. Il modello più classico, da indossare anche sotto la giacca, è in lana sottile, con scollo a V e chiusura con bottoni. Di recente, la moda ha reso molto popolari i cardigan sportivi in tricot. Anche in questo caso ce n’è per tutti i gusti: con collo a scialle o rotondo, con chiusura a bottoni (più classica) o cerniera (più sportiva), monopetto o doppio petto.

Per una vestibilità ideale, il cardigan s’indossa abbottonato, ma mai completamente: l’ultimo bottone deve rimanere slacciato per evitare di fasciare la vita, mentre il primo può essere aperto o chiuso, a discrezione. Le tasche del cardigan hanno una funzione puramente estetica: meglio evitare di utilizzarle perché tendono a sformarsi.

Trattandosi di un capo passepartout, è preferibile scegliere colori classici, facilmente abbinabili a qualunque outfit, come blu, grigio e beige. In montagna, via libera ai cardigan di lana grossa con fantasie “a tema”, come il maglione con stambecchi di Missoni, nella nostra gallery insieme agli altri modelli di cardigan proposti dagli stitlisti per l'autunno inverno 2016.