Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Sulla nuda pelle


L’epica di Nicolai Lilin raccontata da Gabriele Salvatores in Educazione Siberiana diventa un tatuaggio sulle t-shirt di Happiness

La T-shirt diventa una seconda pelle sulla cui superficie tracciare la propria storia. Nicolai Lilin, autore di Educazione Siberiana, il libro da cui è stato tratto l'omonimo film di Gabriele Salvatores, ha creato, in esclusiva per Happiness, una piccola collezione legata al linguaggio forte e spietato del tatuaggio siberiano, di cui è maestro. "Quello che non posso fare sul corpo umano, dove sono sacerdote della tradizione, limitato dal destino dell uomo che ho di fronte, lo posso però raccontare sulla tela di una T-shirt. Questo progetto con Happiness è nato dall'incontro con Juri Scarpelini (proprietario del marchio) che ha letto il mio libro, capito profondamente il senso dei miei tatuaggi, e costruito una storia potente", spiega Lilin.

Tre storie universali, ogni disegno rappresenta una mutazione spirituale, una rivolta personale, un'illuminazione che ogni individuo vive quando affronta una delle tre situazioni trattate: ribellione a tutte le forme di dittatura, l'amore, il viaggio e la scoperta. Un messaggio prima ancora di un'estetica, colma di significati taglienti. Dove la madonna armata è simbolo di un amore forte, dove il viaggio è un cammino incerto e imprevedibile, dove la dittatura è schiava dell'ignoranza.
Aspettando il prossimo libro in uscita di Nicolai, che promette un'altra storia figlia dei nostri tempi, con faide religiose, una guerra sullo sfondo e due ragazzi al centro di tutto, a Pitti la febbre Siberiana pare aver già contagiato Fortezza e dintorni...

Testo Valentina Ardia

© Riproduzione riservata