Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Ermenegildo Zegna e la collezione a/i 2014-15


Lo stilista Stefano Pilati combina innovazione e rilassatezza con lo studio di volumi extra large e over size

di Simone Corti

Lo stile per la stagione fredda firmato Emenegildo Zegna ruota su due cardini. Il primo è un nome: Stefano Pilati. Dal suo ingresso nel marchio dell'eccellenza dell'abbigliamento maschile, il designer italiano ha portato, al contempo, una ventata di innovazione e rilassatezza completamente nuove. L'innovazione si nota subito dall’introduzione di dettagli inaspettati nell’uniforme maschile: da una parte, infatti, le finiture riservate alle divise sportive degli atleti si ritrovano su capospalla, giacche e pantaloni. Dall'altra, lo studio di volumi extra large e over size, dove prima c’erano spalle insellate e geometrie precise, sono la testimonianza di una nuova idea di glamour maschile, qualcosa che si distacca dalla tradizione dell’abito imbalsamato per raggiungere uno stile più morbido, più rilassato, in un certo senso più contemporaneo.


È la firma Pilati in casa Zegna, una sorta di matrimonio di due estetiche in apparenza diverse che però confluiscono in un equilibrio nuovo, molto più maturo e più propositivo di quanto visto finora nel formale maschile italiano.


Il secondo cardine intorno a cui si sviluppa l'estetica Zegna è la materia, il tessuto e le costruzioni. Tutto è scuro, sofisticato, reso appena tridimensionale dalle fantasie dei falsi uniti ripetuti su completi, giacche, caban, cappotti e parka. È il valore dell'alto artigianato Made in Italy, una testimonianza visibile di mani, tradizioni e culture sartoriali che diventano vestito. La passerella prima e la collezione poi diventano così un tributo all'eleganza classica senza mai essere nostalgia o repertorio. Al contrario: il contributo di Pilati e la maestria di Zegna raggiungono, per l'inverno, uno degli equilibri più interessanti in fatto di eleganza maschile. Si tratta di pezzi reali, pratici ma anche ricchi di contenuti fashion senza mai essere troppo originali o azzardati. Perché lo stile maschile contemporaneo è un traguardo davvero difficile da raggiungere: è facilissimo scivolare nel classico senza innovazione o peccare di superbia con una proposta moda riservata solo agli addetti ai lavori. Zegna, al contrario, dimostra di arrivare alla meta senza fare, letteralmente, una piega.

Foto: Paolo Zerbini 

Styling: Andrea Tenerani

Fashion Contributor: Ilario Vilnius.
Fashion Assistant: Marco Dellassette.
Grooming: Luca Cianciolo @Close-Up.
Grooming Assistant: Francesco Mammone
@Close-Up. 
Ha collaborato 
Michele Viola.
Models: Roberto @Why Not;
Felix @I Love Models;
Xavier @I Love Models.